Hi-Tech

WeChat censura LGBTQ+: cancellati in Cina gli account di studenti attivisti

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

WeChat prima scampa al ban USA, poi torna a censurare i temi LGBTQ+ in Cina, andando a cancellare gli account di diversi organizzatori di gruppi studenteschi a sostegno della comunità queer. Secondo quanto emerso da Reuters e da Associated Press, il social avrebbe cessato l'attività degli account incriminati in quanto sono state contestate delle violazioni alle regole della community, senza però segnalare quali regole siano state effettivamente infrante.

Insomma, sembra proprio che si sia trattato di un episodio volto a mettere un freno ai gruppi, dal momento che WeChat rappresenta una delle principali piattaforme utilizzate per organizzare e coordinare le attività.

Le tematiche LGBTQ+ sono un argomento molto delicato in Cina e, nonostante l'omosessualità non sia più illegale dal 1997 (non rientra più tra le "malattie mentali" dal 2001), si tratta comunque di un aspetto ancora fortemente discriminato e non accettato dal governo. Tencent, proprietaria della piattaforma, non ha ancora fornito una versione ufficiale dei fatti.


Lo smartphone 5G per tutti? Motorola Moto G 5G Plus, in offerta oggi da Bpm power a 182 euro oppure da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker