Hi-Tech

Canada nel dramma: temperature a 50°, allarme per i cambiamenti climatici

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

I cambiamenti climatici stanno causando danni irreparabili, sino a pochi anni fa addirittura impensabili. E i fenomeni eccezionali si stanno estendendo a macchia d'olio ad una velocità decisamente superiore rispetto a qualsivoglia previsione del più avanzato modello matematico. Ne è un esempio lampante – e preoccupante – l'ondata di calore che ha fatto registrare in Canada la temperatura record di 50 °C, mai riscontrata nella storia a quelle latitudini. L'emergenza è sul taccuino di tutti i Paesi della Terra, Stati Uniti compresi ora che l'amministrazione è passata nelle mani di Joe Biden, ma tra il dire e il fare c'è la tangibile emergenza da gestire per impedire al processo in corso ormai da anni di raggiungere il punto di irreversibilità.

Di questo si parla anche in Europa: esistono gli Accordi di Parigi, certo, anche se l'anno per evitare il non ritorno era stato fissato al 2020. Poi, lo sappiamo, la scusa della pandemia ha portato a chiudere un occhio e a badare più alla (legittima, per carità) crescita economica che alla salvaguardia dell'ambiente. C'è pure il Green Deal firmato dai Paesi europei, con l'obiettivo di arrivare alle emissioni zero entro il 2050. Ma bastano queste promesse? Sono sufficienti per evitare il disastro? A guardarsi attorno, la risposta sembrerebbe essere negativa.

IL CASO EMBLEMATICO DEL CANADA

Per la prima volta nella storia recente, le conseguenze dei cambi climatici sono risultate evidenti anche laddove, sino ad oggi, si erano manifestate solo marginalmente. Non parliamo della Lapponia, dove appena pochi giorni fa il termometro è arrivato a misurare 34 °C, ma del Canada, Paese che certamente conosce il caldo (testimonianza diretta, a Montreal ho visto toccare i 38 °C) ma che non era pronto alla bolla da 50 °C nell'area di Vancouver.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker