Hi-Tech

Stephen Hawking aveva ragione sui buchi neri: confermata la sua teoria, 50 anni dopo

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

A quanto pare, Stephen Hawking aveva ragione sui buchi neri: ad annunciarlo è un gruppo di cinque fisici che, per la prima volta, ha confermato, grazie alle onde gravitazionali, uno dei suoi teoremi più celebri. Si chiama, per l'appunto, teorema dell'area di Hawking ed è stato formulato ben cinquant'anni fa, nel 1971: dice che l'area del cosiddetto orizzonte degli eventi, ovvero il limite oltre il quale nulla, nemmeno la luce, riesce a sfuggire alla gravità di un buco nero, può solo ingrandirsi.

Secondo il celebre studioso venuto a mancare nel 2018 infatti, l'area dell'orizzonte degli eventi di un buco nero non è proporzionale alla sua massa e, poiché in base alla teoria della Relatività i buchi neri possono solo guadagnare massa, il loro orizzonte degli eventi è destinato a crescere.

I cinque studiosi dell'Istituto Kavli per l'astrofisica e la ricerca spaziale del Massachussets Institute of Technology (MIT), coordinati da Maximiliano Isi, hanno analizzato il primo segnale di onde gravitazionali ricevuto a Terra nel 2015 dal Laser Interferometer Gravitational-wave Observatory (Ligo), prodotto da due buchi neri che si sono fusi generando un nuovo buco nero e una grande quantità di energia.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker