Hi-Tech

Audacity nella bufera: utenti in rivolta dopo la nuova informativa privacy

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Audacity è un'apprezzata applicazione per la registrazione e l'editing audito, è multipiattaforma (può essere usata su macOS, Linux e Windows.) ed è rilasciata sotto licenza GNU/GPL. Ad aprile scorso Audacity stata acquisita da Muse Group che gestisce anche altre applicazioni musicali come Ultimate Guitar e MuseScore.

Il 2 luglio c'è stato il primo concreto segnale che qualcosa stava cambiando con la nuova gestione: è arrivata una nuova informativa privacy e con essa una valanga di polemiche da parte di utenti infuriati perché ora Audacity può raccogliere un'ampia e non sempre ben identificata quantità di dati personali. Partendo da queste premesse, non è mancato chi ha sottolineato come ora si sia trasformata in uno spyware. La sostanza della vicenda parte però dalla nuova informativa che va esaminata nel dettaglio.

Il caso di WhatsApp ha dimostrato che intervenire sull'informativa privacy senza un'informazione completa ed esaustiva dei cambiamenti può generare confusione e insoddisfazione tra gli utenti che possono essere spinti a cercare software alternativi.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker