Hi-Tech

Broadcom accusata di monopolio del settore dei chip negli Stati Uniti

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Broadcom è stata accusata di monopolio del settore dei chip per TV e connettività dalla FTC statunitense: le indagini hanno accertato che la società, fondata nel 1991 a Los Angeles, imponeva condizioni di esclusiva nei contratti ai clienti. In poche parole, se compri chip da Broadcom non puoi comprarli anche da aziende concorrenti. Essendo Broadcom un gigante del settore, è sostanzialmente una scelta obbligata per le aziende più grandi, i cui volumi di produzione in massa sono molto elevati. Questo rende difficile per un'azienda più piccola imporsi e crescere nello stesso settore.

La FTC vuole che Broadcom smetta di negoziare accordi di fornitura basati su esclusiva e lealtà, che non condizioni l'accesso ai chip in base a per quanto tempo il cliente si impegna a comprarli, e che non punisca i clienti che comprano chip da aziende concorrenti. Non è ancora stato messo nero su bianco, ma la dichiarazione di Broadcom lascia intuire in modo piuttosto chiaro che la società intende cooperare – o almeno trovare un accordo – con la FTC, scongiurando quindi un lungo procedimento legale.

Broadcom ci tiene comunque a precisare di non aver violato la legge, e di essere in disaccordo su come è stato rappresentato il suo modello di business da parte della FTC. Vale la pena osservare che la società ha ricevuto accuse pressoché identiche anche in Europa, qualche mese fa; e anche in quel caso aveva acconsentito a smettere le pratiche definite anticoncorrenziali.


Lo smartphone 5G per tutti? Motorola Moto G 5G Plus, in offerta oggi da Stockador a 179 euro oppure da Amazon a 299 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker