Hi-Tech

Spotify, supporto ai processori M1 nella nuova beta per Mac

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

A distanza di quasi 8 mesi dall'arrivo dei primi dispositivi M1, Spotify ha finalmente reso disponibile la prima beta ottimizzata per i più recenti processori ARM di Apple. Termina quindi la necessità di basarsi sull'emulatore Rosetta 2 e l'applicazione potrà ora essere lanciata in modo nativo.

L'annuncio è arrivato grazie al forum di supporto di Spotify, nel quale naturalmente si ricorda che, trattandosi della prima beta, il suo funzionamento potrebbe non essere ottimale e il rischio di incappare in bug è ancora elevato. Il download è tuttavia già disponibile (link in FONTE) e Spotify chiede a chi lo testerà dei feedback, come avviene per ogni programma beta finalizzato al miglioramento di un software prima del rilascio in versione definitiva.

Con il supporto nativo per Apple Silicon, l'app Spotify per Mac dovrebbe funzionare in modo notevolmente più fluido e veloce, ce lo diranno con certezza i primi test. Spotify ha ormai un bacino d'utenza molto ampio e sin dall'inizio è stato chiesto all'azienda di realizzare una versione dell'app Mac ottimizzata per Apple Silicon. Il tempo è finalmente arrivato e non ci resta che sperare in un'accelerazione sugli sviluppi, al fine di arrivare quanto prima ad una versione stabile.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker