Hi-Tech

WiFi 6E, ci siamo: l'UE libera lo spettro nella banda da 6GHz

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

L'Unione Europea facilita la diffusione del WiFi 6E liberando lo spettro nella banda di frequenza attorno ai 6GHz. Anche nel Vecchio Continente, così come già avviene negli Stati Uniti (l'approvazione della FCC risale allo scorso anno), si avrà la possibilità di sfruttare al massimo il nuovo standard velocizzando la connessione e rendendola nel contempo meno congestionata. L'ampiezza dello spettro è infatti triplicato, passando dai 400MHz delle classiche frequenze 2,4GHz e 5GHz su cui trasmette il WiFi 6 a 1.200MHz.

"La WiFi Alliance", si legge nella nota, "accoglie con favore la pubblicazione della decisione sull'uso armonizzato dello spettro radio nella banda di frequenza 5.945-6.425MHz per l'implementazione di sistemi di accesso wireless, comprese le reti locali radio (WAS/RLANS) come il WiFi, nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea. Questa decisione farà progredire la connettività digitale europea consentendo l'implementazione delle tecnologie WiFi 6E".

Il problema che l'Europa intende risolvere con questa armonizzazione è quello della congestione delle reti: così come il WiFi 5, anche il WiFi 6 trasmette sulle stesse bande da 2,4 e 5GHz. Migliora la velocità (fino a 9,6Gbps, sulla carta), ma lo spazio a disposizione resta uguale. Liberando lo spettro nella banda di frequenza attorno ai 6GHz si risolve anche questo problema, decongestionando di fatto la rete e consentendo ai dispositivi connessi (router ma non solo) di sfruttare al meglio la tecnologia in termini sia di velocità che di stabilità.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker