Hi-Tech

Huawei produrrà i suoi SoC a Wuhan dal 2022: niente licenziamenti in HiSilicon

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il mercato dei semiconduttori sta crescendo enormemente nel 2021 e tutte le principali aziende del settore stanno registrando incrementi notevoli per quanto riguarda i ricavi. Tutte tranne una, in realtà, visto che HiSilicon continua a subire gli effetti del ban imposto a Huawei e mentre il mercato è in crescita – + 21% su base annua per quelli dei SoC per smartphone -, l'azienda cinese ha visto le sue spedizioni crollare dell'88%.

Numeri che farebbero presagire una crisi nera in grado di portare qualsiasi realtà imprenditoriale sull'orlo del fallimento, ma che sembra non essere così drammatica per HiSilicon, almeno stando a quanto emerge dalle ultime indiscrezioni. Lo scorso 12 giugno il Nikkei Asia aveva suggerito come l'azienda non fosse intenzionata a licenziare il suo staff – composto da oltre 7.000 dipendenti alla fine del 2020 – anche nel caso in cui HiSilicon non fosse stata in grado di produrre nuovi chip, ma sembra che questo scenario non dovrebbe verificarsi, dal momento che la società è pronta ad un nuovo inizio nel corso del 2022.

Le ultime indiscrezioni di DigiTimes, infatti, confermano che Huawei riprenderà lo sviluppo dei propri chip il prossimo anno, più precisamente con la creazione di uno stabilimento a Wuhan – nella provincia di Hubei – dove HiSilicon potrà continuare le sue attività e dare il via ad una nuova linea produttiva che dovrebbe essere immune alle sanzioni imposte dagli USA.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker