Hi-Tech

Brave Search, il motore di ricerca sicuro e indipendente disponibile in Beta

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Brave non è un browser qualsiasi, è il primo ad essere dotato di supporto nativo IPFS (InterPlanetary File System), una sorta di alternativa all'HTTP che, a differenza di quest'ultimo, connette il browser con un sistema di nodi collegati tra loro (HTTP invece fa sì che il browser si colleghi a dei server centralizzati). Insomma, quando è stato annunciato a inizio anno ha fatto rumore, attirando l'attenzione dell'opinione pubblica per la sua indipendenza dai grandi della rete. E ora Brave si arricchisce di un ulteriore strumento: la funzione Cerca.

É ancora in Beta, ma è già disponibile al download su desktop, Android e iOS. Ovviamente nel nome della privacy e della sicurezza in quanto non traccia nulla, dalle ricerche ai click. Brave Search può essere utilizzato da chi utilizza il browser Brave, ma anche da chi è semplicemente curioso di vederlo in funzione tramite un browser alternativo. Basta collegarsi QUI.

"Milioni di utenti si stanno spostando su alternative ai big del tech", si legge nel comunicato stampa. E in parte può anche essere vero, visto che Brave poteva contare a marzo scorso su 25 milioni di MAU, saliti ora in soli tre mesi a 32 milioni. Il punto forte del motore di ricerca è il suo indice proprietario: a differenza di altri, infatti, Brave ha scelto l'indipendenza, ed ha implementato un suo indice internamente senza affidarsi a Google o Microsoft.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker