Hi-Tech

Il progetto di RFI e Nevomo per i treni a levitazione magnetica

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Treni veloci quasi il doppio e senza dover rivoluzionare l'infrastruttura ferroviaria? Può sembrare un'utopia. In realtà, questa è una possibilità a cui stanno lavorando RFI (Rete Ferroviaria Italiana) e Nevomo. Le due società, infatti, hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) per verificare la fattibilità tecnica ed economica di poter sfruttare la tecnologia magrail che permette di sovrapporre all'infrastruttura ferroviaria già esistente i sistemi per la levitazione magnetica. Si tratta di un progetto che potrebbe aprire prospettive molto interessanti per il sistema ferroviario.

SI PUNTA AD UN PROGETTO PILOTA

Le due società, dunque, verificheranno la possibilità di sfruttare questa tecnologia e le sue potenzialità. Riuscire ad integrare sulle linee esistenti, non solo quelle ad alta velocità, il sistema di trasporto a levitazione magnetica potrebbe rivoluzionare il trasporto su rotaia, rendendolo più rapido ed efficiente. Il tutto senza costi eccessivi visto che non sarebbe necessario stravolgere l'attuale infrastruttura ferroviaria.

Secondo quanto raccontato, il sistema magrail permette anche di far coesistere sulla stessa linea treni tradizionali e quelli a levitazione magnetica che potrebbero arrivare a disporre di una velocità del 75% superiore. Per portare avanti questo progetto, le due società chiederanno un finanziamento all'Unione Europea. L'obiettivo è quello di arrivare poi a realizzare un progetto pilota sul circuito di prova di proprietà di RFI a Bologna San Donato.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker