Sport

“Caro Rinaldo, che errori…” Lettera aperta di Monastra all’ad Sagramola

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

Caro Rinaldo (Sagramola), ho ascoltato l’intervista con enorme interesse e con altrettanto stupore. È evidente che buona parte del quarto d’ora di dichiarazioni rilasciate a Trm sono rivolte a me e a questa testata. Non hai fatto nomi e cognomi (forse un atto di carineria) ma non può essere altrimenti, considerato che Stadionews è stata l’unica testata a riportare le indiscrezioni su una ipotesi di un cambio al vertice tecnico (allenatore e ds) e tra le prime a parlare della cessione di Lucca al Genoa come di una trattativa arrivata ormai quasi al traguardo.

Che tu smentisca entrambe le indiscrezioni ci sta, non mi sorprende neanche un po’ e fa parte delle regole del calcio. E sarebbe stato anche facile, per te, alzare il telefono e fare almeno una smentita formale. Avremmo riportato la smentita, correttamente, perché questo giornale – come è stato riconosciuto più volte da questa stessa società – si è sempre dimostrato serio e corretto. Senza preconcetti. Senza “linea editoriale”, se non quella di tenere informati i nostri lettori, raccontando e ospitando il parere di tutti. Magari a volte sbagliando ma sempre con incrollabile buona fede e professionalità. E lo dimostra il fatto che la tua intervista è rimasta per tante ore in apertura di Stadionews.

Resto basito, però, quando sento “mettere in dubbio la professionalità”, evidentemente la mia, cosa che sinceramente non ha messo mai in dubbio nessuna dirigenza – bontà loro – in 42 anni di carriera.

C’è poi un passaggio dell’intervista che definirei “grottesco”, nel senso più letterale del termine. Cito testualmente. “Sono veramente tifosi quelli che scrivono e rilanciano queste voci? Dovrei dire di no, se uno è un vero tifoso della squadra della sua città, in un momento così delicato, si rifiuterebbe di mettere in discussione le figure apicali (ds e allenatore). Quand’anche fosse vero, un tifoso non lo scriverebbe, avrebbe a cuore l’equilibrio di un gruppo e non andrebbe a destabilizzarlo”.

Secondo questa teoria, dunque, un giornalista ha una notizia, chiama la società, verifica se è il momento opportuno per darla e – se non dà disturbo a nessuno – la pubblica. Prendo atto. Dunque, i giornalisti che seguono la Roma, tanto per fare un esempio, non sono “tifosi” visto che da alcuni giorni scrivono di Sarri al posto di Fonseca, senza curarsi di destabilizzare il gruppo. E da domani, immagino, le notizie di calciomercato verranno scritte solo alla fine dei campionati…

Ho letto e riletto il pezzo dell’altro giorno. Fatto di indiscrezioni (ovviamente verificate) raccontate con tutti i “condizionali” del caso (QUI L’ARTICOLO). Vorrei sommessamente ricordare che chi scrive su una testata giornalistica, specie se ne è direttore, fa il giornalista e non il tifoso. Guai se fosse il contrario, e chi ha 40 anni di esperienza nel calcio dovrebbe saperlo bene. Sulla cessione di Lucca e su altre “contestazioni” dell’intervista non ho certamente inventato nulla.

Per il resto, caro Rinaldo, mi viene da sorridere che certe notizie possono destabilizzare il gruppo in vista dei playoff (visti i risultati ottenuti finora forse sarebbe il caso di una scossa) o che nessun giornalista ti abbia mai chiamato durante l’anno (forse qualche domanda dovresti fartela anche tu). Io evidentemente sono stato tra i pochi che ha avuto il privilegio di chiamarti nel corso dell’anno quando avevo bisogno di alcune conferme su notizie e di ottenere risposte, come sempre professionali. Il resto fa parte del gioco. Dovrei arrabbiarmi ma non ne ho voglia, ho ricevuto telefonate di solidarietà da molti colleghi (alcune perfino sorprendenti). Alla soglia dei 60 anni conosco bene le regole del calcio e della vita. E fortunatamente sorrido.

LEGGI ANCHE

VIRTUS FRANCAVILLA – PALERMO, LE PROBABILI FORMAZIONI

L’articolo “Caro Rinaldo, che errori…” Lettera aperta di Monastra all’ad Sagramola proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker