Hi-Tech

Recensione iRobot Roomba i3+: si svuota da solo ma niente mappatura

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

iRobot è stata tra le prime aziende a commercializzare gli aspirapolvere robot, elettrodomestici oggi presenti nelle case di tantissimi utenti e che permettono di raccogliere sporco e detriti in maniera automatica. L’azienda ha sempre lavorato per migliorare non solo la pulizia ma anche l’interazione con i robot e ha introdotto a inizio 2019 l’i7+ (qui la nostra recensione), ovvero il primo aspirapolvere robot dotato di base di svuotamento automatica.

L’iRobot Roomba i3+ arriva sul mercato come entry level della gamma di aspirapolvere robot con CleanBase, che comprende anche l’i7+ e l’avanzato S9+ con forma a D. Come tale rinuncia ad alcune caratteristiche, tra cui la mappatura intelligente e il sistema di navigazione basato su videocamera, ma garantisce comunque un buon livello di pulizia e un buon comparto smart. Per acquistarlo sono necessari 699 euro: un prezzo elevato in cui si posizionano tantissimi altri concorrenti e oggi vicino all’i7+ il cui listino si è abbassato fino a 799 euro, ovvero 100 euro in più. Ecco come va.

COM’È FATTO

iRobot Roomba i3+ arriva in una confezione che include il robot aspirapolvere, la Clean Base, un filtro di ricambio per il serbatoio e due sacchetti per la raccolta di polvere e detriti che garantiscono circa 30 svuotamenti. Il design è molto simile a quello di altri robot dell’azienda ma l’i3 adotta una nuova trama nella parte superiore che ricorda un rivestimento in tessuto. In realtà è plastica, ma il trattamento ruvido consente di preservare la superficie dall’accumulo di sporco e impronte. Ci sono poi tre pulsanti che consentono di avviare la pulizia, far tornare il robot alla base oppure di abilitare la modalità “spot”.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker