Hi-Tech

Opel Grandland X Hybrid4, in pista da cross con un SUV Plug-in

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

La strategia di Opel che prevede l'elettrificazione dell'intera gamma di veicoli entro il 2024 passa sicuramente per soluzioni recenti come la nuova Corsa-E ma ha origine con Grandland X Hybrid4, la prima vettura ibrida plug-in dell'azienda, che ha fatto il suo ingresso sul mercato italiano circa un'anno fa. Parliamo di un SUV del segmento C basato sulla piattaforma proprietaria EMP2, studiata appositamente per ospitare vetture ibride e quindi dotata di tutte le ottimizzazioni del caso in termini di alleggerimento e sicurezza.

Un'auto, questa Grandland X di Opel, che abbiamo già provato in lungo e in largo e che nelle scorse ore abbiamo potuto mettere alla prova su un terreno abbastanza insolito: una pista da motocross. Sì, avete capito bene, per testare nella maniera più profonda possibile le sue doti di fuoristrada e l'efficacia della trazione integrale abbiamo gettato questo SUV votato al comfort tra le dune di una pista da cross. Come è andata? Ve lo racconto subito.

IL SISTEMA AWD A TRE PROPULSORI

Anzitutto una piccola premessa per coloro che non conoscono questa auto. Grandland X Hybrid4 è dotata di ben tre differenti propulsori, due elettrici e uno termico. Il motore termico, un turbo-benzina da 1.6 litri e 200 CV (147 kW) di potenza è posizionato come sempre frontalmente ed è affiancato dal primo motore elettrico da 81 kW. Il secondo, leggermente più potente (83 kW), è invece collocato tra le due ruote posteriori ed è quello che si occupa di attivare la trazione su queste ultime quando è necessario l'intervento del 4×4. In totale i cavalli a disposizione sono 300 (221 kW), con 520 Nm di coppia disponibili già ai bassi regimi, come per tutte le soluzioni dotate di propulsione elettrica (integrale o parziale).


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker