Politica

"Stop al coprifuoco o modello Madrid", dice Salvini

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: POLITICA

AGI – Per Matteo Salvini sulle riaperture bisogna correre. “Mi auguro che non si parli più di coprifuoco tra qualche giorno”, insiste il segretario leghista. “Ci vuole coraggio, visione, bisogna scommettere sull’Italia e sugli italiani che hanno mostrato enorme buon senso e meritano di avere fiducia”.

“Se il piano vaccinale corre come sta correndo, se il contagio scende come sta scendendo, io credo che sia giusto riconoscere il diritto alla vita e il diritto al lavoro a milioni di italiani senza inutili discriminazioni. La Lega porterà al tavolo della maggioranza in Consiglio dei ministri la richiesta di cancellare il coprifuoco e di estendere con tutti i protocolli di sicurezza il calendario delle riaperture”, ribadisce. 

Salvini lascia intravedere la possibilità di un compromesso con i più ‘rigoristi’ nel governo, citando l’esempio della capitale spagnola di coprifuoco alle 23.
“Nella vicina moderna e rispettosa Madrid i locali sono aperti da tempo e la gente può uscire di casa perfino alle 10 e un quarto della sera: pensate che azzardo. Non arrivo a Israele dove sono tutti in giro, vaccinati a senza mascherina”, dice. “Il modello Madrid prevede le 23. E’ chiaro che nella mia idea di Paese la libertà di movimento è quella che non conosce limiti di orario se non la responsabilità del singolo. Io mi fido degli italiani. Chi invece vuole tenere gli italiani chiusi in casa per altre settimane o mesi vuol dire che non si fida del popolo che gli paga lo stipendio”. 

Presentando il piano delle Lega contro le ecomafie e il randagismo, il segretario leghista poi bacchetta nuovamente l’Unione europea e l’Ema per i ritardi sul parere al vaccino russo Sputnik. “La Grecia ha inserito il vaccino russo per attrarre turisti. A Bruxelles dormono. E’ dai primi di marzo che stanno esaminando questo benedetto vaccino russo.  Non so se stiano aspettando il mago Otelma o chi altro per dare un responso. Se si danno una mossa ci fanno un favore”. 

“Recovery, ci deve essere il tempo per l’esame in Parlamento”

Il capo della Lega poi affronta il tema dell’esame parlamentare del Piano nazionale di ripresa e resilienza. “E’ chiaro che tutto il Parlamento dovrà esserne informato. Ci deve essere il tempo. Io so che alcuni Paesi europei hanno chiesto più tempo rispetto alla scadenza del 30 aprile. Giustamente Mario Draghi vuole arrivare fra i primi. Però se Conte ha perso mesi e mesi per lasciare il nulla nei cassetti non è colpa né mia né di Draghi. Se c’é bisogno di qualche giorno in più … non stiamo parlando ci due spicci, stiamo parlando di opere fondamentali. Se ci fosse bisogno di qualche giorno in più per approfondire penso che a Bruxelles e nessuno si offenderebbe”. “Noi lo vedremo, ci stiamo lavorando nei singoli ministeri e, siccome c’è in ballo una cifra di 200 miliardi che dovrà essere restituita dai nostri figli, partecipare alla scelta di come utilizzarli è fondamentale. Certo, se scegli di far parte di un governo onori e oneri. Se uno preferisce stare fuori fa una scelta. Noi abbiamo scelto di entrare in questo governo anche per essere determinanti sull’utilizzo di questi fondi, ci stiamo lavorando ministero per ministero”, risponde a chi gli fa notare la mancanza di coinvolgimento denunciata da Giorgia Meloni.

“Grillo disgustoso. Chieda scusa a tutte donne italiane”

Il commento di Salvini è durissimo, quando i giornalisti gli chiedono di tornare sul video di Beppe Grillo in difesa del figlio Ciro accusato di stupro.”Capisco lo sfogo di un padre ma mi permetto di dire che è disgustoso, vergognoso e imbarazzante invocare l’innocenza del figlio in base ai giorni attesi da una ragazza per denunciare uno stupro. Questo ci riporta al Medioevo. Spero che capisca la gravità di quanto affermato perché se c’è di messo una presunta violenza bisogna andare fino in fondo e non ci sono di mezzo figli di vip e figli di operai. Io mi auguro che sia innocente, non faccio battaglia politica sui reati. Però spero che chieda scusa, non a quella ragazza, ma a tutte le donne italiane,perché lasciar solo ipotizzare che se una non corre subito alla polizia se lo sia inventata o andata a cercare è disgustoso. Da parte di una bimba sentirsi dire che se una ragazza non denuncia subito si è inventata tutto, mi fa schifo”.

“Amministrative, vertice di centrodestra non prima di maggio”

Altro tema la scelta delle candidature per le Amministrative in autunno. Salvini non sembra aver fretta di incontrare gli alleati di centrodestra, ma rilancia il nome di Gabriele Albertini a Milano. “Entro dieci giorni dobbiamo decidere i 40 miliardi del decreto Imprese, le riaperture e il Recovery plan. Ci sono in ballo alcune centinaia di miliardi, prima vediamo di usare bene questi per gli italiani poi, a maggio, ci sarà tempo di fare tutto il resto”, risponde a chi gli chiede quando convocherà il vertice di coalizione . “Io da milanese spero che l’ipotesi Albertini riporti Milano a essere quel traino per tutta Italia e per tutta Europa che era fino a qualche tempo fa e che purtroppo ha smesso di essere”, afferma il segretario leghista, a margine di una conferenza stampa sul piano della Lega contro il randagismo, rilanciando la candidatura dell’ex sindaco.

“Inasprire le pene per i violenti e chi abbandona gli animali”

Il tema della conferenza stampa è il piano della Lega sul fenomeno del randagismo e della tutela degli animali. “I nostri disegni di legge prevedono un inasprimento di pene per chi abbandona maltratta e uccide gli animali e l’incremento dei fondi sul territorio – dice -. Poi c’è il business della malavita organizzata che fattura due miliardi di euro circa l’anno. Io da ministro dell’Interno avevo istituito fondo per andare a scovare i canili lager; chi mi ha seguito evidentemente ha una sensibilità diversa. Nell’anno del Covid è aumentata la frequentazione con gli animali da compagnia, l’ultima cosa che vorremmo è che, nell’estate della ripartenza, ci fosse un aumento degli abbandoni.Vorremmo anche agevolare fiscalmente chi sceglie di portare a casa un animale in adozione. I nostri disegni di legge sono pronti in Parlamento, la speranza è che ci sia maggioranza trasversale e unità”, conclude, nel corso della conferenza stampa, cui hanno partecipato anche Filippo Maturi, responsabile del dipartimento tutela Biodiversità e benessere Animale, l’europarlamentare  Anna Cinzia Bonfrisco e il senatore Maurizio Campari. 

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker