Sport

Monopoli – Palermo 2 – 1 LE PAGELLE / Troppe “assenze”, il gol di Somma non basta

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT





Un delitto perfetto. Una partita che sembrava vinta si trasforma in una clamorosa sconfitta che ricaccia il Palermo verso il fondo dei playoff. Questa volta, fatti alla mano, sono state le mosse di Scienza, dalla panchina, a fare la differenza. Filippi invece non riesce a scuotere la squadra che anche quand’era in vantaggio non sembrava certo nella sua migliore giornata. Troppe “assenze” in campo, nel senso che in pochi si sono elevati sopra la mediocrità. Una conferma che questa squadra ha troppi problemi per sperare di risolverli in questo lasso di tempo che manca prima dei playoff.

MONOPOLI (3-5-2): Taliento 6; Arena 5,5, Bizzotto 6,5, Mercadante 6; Tazzer 5 (dal 28′ s.t. Zambataro s.v.), Piccinni 6,5 (dal 39′ s.t. Viteritti 7), Paolucci 6,5, Vassallo 6, Currarino 6 (dal 16′ s.t. Guiebre 5,5); Liviero 6,5 (dal 16′ s.t. De Paoli 7), Bunino 6.

PALERMO (3-4-2-1): Pelagotti 5,5; Somma 6 (dall’8′ s.t. Peretti 6), Palazzi 5,5, Marconi 5,5; Accardi 5,5, Odjer 6,5 (dal 1′ s.t. De Rose 5), Luperini 4,5, Valente 6,5; Rauti 4,5 (dal 25′ s.t. Santana 6), Floriano 6 (dal 25′ s.t. Broh 5,5); Lucca 5,5 (dall’11’ s.t. Saraniti 4,5).

Pelagotti 5,5: La fortuna lo abbandona nei minuti finali, quando deve piegarsi su una punizione di De Paoli forte ed angolata e sulla conclusione di esterno di Viteritti. Prima dell’episodio decisivo era stato salvato dalla traversa su una bella conclusione di Piccinni e nella ripresa, su una respinta non perfetta, lo aveva graziato Tazzer da tre metri.

Somma 6: Segna il gol che sblocca la partita, il suo primo gol in Italia tra i professionisti, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La sua esultanza testimonia la singolarità dell’esultanza. E per una volta tanto passano in secondo piano le sue titubanze difensive, miste a una condizione fisica non eccellente. Esce a inizio di ripresa.

(dall’8′ s.t. Peretti) 6: Come difensore puro sembra offrire più garanzie rispetto a Somma. Un paio di interventi sono di ottima fattura e di grande importanza. Però sul gol del 2 a 1 anche lui ha qualcosa da farsi perdonare.

Palazzi 5,5: Che sia un centrocampista “prestato” alla difesa lo si capisce quando gli manca l’esperienza e la malizia del difensore puro. Però i piedi buoni e il senso della posizione a volte lo aiutano. Ma non basta.

Marconi 5,5: Il Monopoli non è particolarmente pericoloso per oltre un’ora e lui non soffre più di tanto però commette tanti piccoli errori evitabili, soprattutto nel controllo di palla. Nel naufragio finale anche lui ha la sua parte di responsabilità.

Accardi 5,5: Non è la sua migliore giornata ma va considerato che ha dovuto ancora una volta modificare il suo ruolo, giocando esterno al posto dello squalificato Almici.

Odjer 6,5: La sua sostituzione sorprende perché questa volta non c’è la giustificazione di un’ammonizione precoce che potrebbe fare rischiare l’espulsione. Forse un problema a una spalla in uno scontro di gioco. La sua partita, durata 45′, è comunque buona, è tornato su livelli di dinamismo e di personalità di buon livello.

(dal 1′ s.t. De Rose) 5: Prende il posto di Odjer e fa il mediano vecchio stampo senza però incantare. Tiene la posizione ma va in sofferenza quando il Monopoli attacca in modo più massiccio alla ricerca del pareggio.

Luperini 4,5: Sembrava rinato con la gestione Filippi ma in realtà ha soltanto acquisito qualche punto sotto il profilo del dinamismo. Fa da primo filtro all’azione avversaria ma in realtà, quando la palla è del Palermo, non offre mai soluzioni all’altezza delle sue potenziali qualità. E alla fine spesso si ha la sensazione di giocare con uno in meno.

Valente 6,5: La prima sensazione a pelle è che sia meno frizzante del solito. In realtà, a ben guardare, è probabilmente più preoccupato di assicurare una corretta fase difensiva su cui era stato carente nelle precedenti prestazioni. Nella ripresa si concede qualche sgroppata in avanti ed è pure sfortunato quando colpisce un palo con un tiro dalla lunga distanza.

Rauti 4,5: Altra occasione mancata. Non incide sulla gara, inizia la partita con molta determinazione che però non è mai associata alla lucidità. Non lascia tracce.

(dal 25′ s.t. Santana) 6: La premessa è sempre la stessa: la sua classe illumina il buio di certi spettacoli di terza serie, controlla la palla con una sensibilità che non siamo abituati a vedere sui campi della C. Però stavolta non incide.

Floriano 6: Inizia bene, poi cala di intensità. Ma il gol di Somma, in qualche modo, lo crea lui: prima con la bella azione sul fondo che procura il calcio d’angolo che lui stesso si occupa di calciare. Sembra cresciuta la sua condizione atletica e probabilmente anche la considerazione di se stesso che ai tempi di Boscaglia era rasoterra.

(dal 25′ s.t. Broh) 5,5: Inserito per infoltire il centrocampo, è attento nel mantenere la posizione. Nulla di trascendentale ma rispetto al girone di andata è già molto.

Lucca 5,5: Che non è una bella giornata si capisce da un primo tempo abulico, in cui la squadra lo serve poco e male e lui fa meno del solito per servire la squadra. Nel secondo tempo si accascia per un infortunio muscolare e adesso tocca fare gli scongiuri.

(dall’11’ s.t. Saraniti) 4,5: Sembra arrugginito. Legnoso più del solito, non riesce a gestire palla nelle scarse occasioni in cui il Palermo si fa vedere in avanti. Tra l’altro commette il fallo, molto ingenuo ed evitabile, da cui scaturisce la punizione del pareggio

LEGGI ANCHE

LA CRONACA DEL MATCH

LUCCA, SI TEME UN LUNGO STOP

SOMMA, PRIMO GOL ITALIANO

L’articolo Monopoli – Palermo 2 – 1 LE PAGELLE / Troppe “assenze”, il gol di Somma non basta proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker