Hi-Tech

Apple tra royalty non pagate e caricabatterie mancanti: multe in arrivo

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Apple dovrà pagare 308,5 milioni di dollari per aver violato una serie di brevetti di proprietà di Personalized Media Communications. É quanto ha disposto un giudice federale di Marshall (Texas) che ha riaperto il caso dopo che una corte d'appello aveva annullato la decisione presa dal Patent Trial and Appeal Board dell'USPTO che aveva a sua volta sancito la vittoria dell'azienda di Cupertino sulla società texana. E non è nemmeno l'unica caso che vede Apple impegnata a difendersi in tribunale.

APPLE VS. PMC: QUESTIONE DI LICENZE

Il fatto che vede Apple contro PMC risale al 2015, quando la società texana accusò per la prima volta Apple di utilizzare la tecnologia FairPlay – di cui detiene i diritti di licenza – per la distribuzione di contenuti crittografati su iTunes. I brevetti violati sulla gestione dei diritti digitali sarebbero in totale sette, e la multa è stata calcolata sulla base delle royalty non pagate sino ad oggi.

Una volta tanto non ci troviamo davanti a un patent trollsi ricordi ad esempio il recente caso che ha coinvolto Amazon, ASUS, LG, Microsoft, Motorola, Samsung, Sony e la stessa Apple accusate dalla sconosciuta irlandese Neodron: PMC non acquisisce brevetti dall'esterno, ma inventa le tecnologie internamente per poi concederle in licenza a soggetti terzi. L'azienda texana è attualmente in causa anche con altre società, tra cui Google e Netflix (l'ultima accusa risale a ieri, e coinvolge anche l'americana Akamai Technologies).


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker