Hi-Tech

Xiaomi Mi 11, ecco come si smonta e quanto è riparabile | iFixit

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Quattro punti su 10 per l'ultimo flagship di Xiaomi, il Mi 11, sul banco di iFixit: dopo il teardown ufficiale e quello di JerryRigEverything si esprimono sul device anche i campioni del "diritto alla riparazione". L'adesivo che tiene unito il pannello posteriore alla scocca non è troppo resistente, ma il vetro, per di più curvo, rende più rischiose e delicate le operazioni. Tra l'altro, la scarsa tenacia dell'adesivo può essere un'arma a doppio taglio: è probabilmente una delle ragioni per cui lo smartphone non ha una certificazione IP per resistenza ai liquidi e alla polvere.

Un vantaggio dello smartphone è che è possibile rimuovere il display indipendentemente da tutto il resto; tuttavia, come dicevamo, i bordi laterali curvi rendono l'operazione piuttosto delicata e rischiosa. Dettaglio da tenere presente anche se si guasta lo scanner di impronte digitali sotto al display, visto che quella è la strada da prendere per sostituirlo.

Per la batteria, invece, si passa dal retro, e bisogna ripulire il telaio quasi completamente. Ci sono delle comode linguette che rendono semplice l'estrazione. Come già visto in altri smartphone di fascia alta con tecnologie di ricarica particolarmente rapide, anche in questo caso si sfruttano due celle in parallelo, da 2.300 mAh ciascuna. In ogni caso, bene che i due componenti più critici, display e batteria, possano essere rimossi indipendentemente l'uno dall'altro.

Xiaomi Mi 11 è disponibile online da Amazon a 799 euro. Per vedere le altre 29 offerte clicca qui.

(aggiornamento del 15 March 2021, ore 08:29)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker