Sport

Palermo, tre punti brutti e preziosi: ma ora serve un po’ di continuità

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT






Il Palermo ha vinto, viva il Palermo. Oltre a ciò non ho molto da scrivere, cari amici del Vulcanico rosanero, dopo il preziosissimo successo dei rosanero a Pagani, vero e proprio oro colato per la squadra guidata da Giacomo Filippi non soltanto per la classifica, che si irrobustisce in un momento molto importante del campionato e che vede Santana e compagni per adesso saldamente ancorati in zona play off del girone C della serie C, ma anche e soprattutto per il morale.

Sul campo della Paganese, quasi inutile ripeterlo, contava soltanto vincere, bisognava incassare tre punti dopo la devastante batosta interna con la Juve Stabia. Era l’unica e imperativa missione del Palermo ed era necessario condurla in porto in qualsiasi modo, di riffa o di raffa.

È andata bene, peraltro con una certa tranquillità e senza troppi patemi d’animo. La partita, giocata in uno strano orario dell’ultimo sabato sera di libertà prima del nuovo semi lockdown pasquale – vi confesso che l’ho vissuta in modo surreale, seguendola come al solito su Eleven Sports al computer -, è stata noiosissima e scadente, inconcludente, ma neanche su questo avevamo molti dubbi. L’ha risolta però un gol molto bello di Roberto Floriano, giocatore che si sta rivelando prezioso, che ha deviato in rete un bel cross di Almici dopo un’azione brillante. È accaduto dopo un’ora di gioco, poi l’altra azione a mio avviso decisiva per la vittoria rosanero è stata la chiusura difensiva di Palazzi su un tiro praticamente a colpo sicuro di Raffini.

È finita dunque 0-1, ritengo meritamente per il Palermo, che ha gestito l’incontro tutto sommato senza problemi e con maggiore “governo” del gioco rispetto agli avversari. In attacco mancava Lucca e si è visto, ma il vecchio capitano Mario Alberto ha fatto la sua parte con grande dignità e personalità, mentre è apparso ancora in palla Gregorio Luperini, altro giocatore molto importante che con Boscaglia sembrava sempre un pesce fuor d’acqua.

Archiviamolo con soddisfazione questo successo, era indispensabile, un altro passo falso avrebbe rigettato nel caos la squadra e messo in seria difficoltà il nuovo-vecchio tecnico, che invece adesso può vantarsi di due vittorie in trasferta consecutive che non è cosa da poco, ricordando che la prima è stata ottenuta a Catania.

Il Palermo adesso tornerà in campo sabato 20 marzo ancora in trasferta a Monopoli, altra partita decisamente abbordabile considerato il ritorno in avanti del bomber Lorenzo Lucca e il miglioramento delle condizioni di Saraniti, che a Pagani ha giocato per un po’, così come Odjer, altro recupero importante per Filippi. I rosanero salteranno – per il turno di riposo previsto dal calendario per tutte le squadre dopo il ritiro del Trapani – l’impegno infrasettimanale e dunque avranno più tempo per preparare bene la prossima sfida. Che sarà estremamente significativa per capire se questa squadra ha volontà e capacità di concentrazione per tentare ancora di risalire un po’ la classifica, oppure dovremo rassegnarci ad una continua alternanza di alti e bassi. Serve la continuità, finora sconosciuta.

LEGGI ANCHE

LE PAGELLE IRONICHE DI AMENTA E FERRARA

SERIE C: RISULTATI E CLASSIFICA

LE PAGELLE DI GUIDO MONASTRA

L’articolo Palermo, tre punti brutti e preziosi: ma ora serve un po’ di continuità proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker