Hi-Tech

Pandemia fa rima con ricchezza. Come il settore tech ha tratto profitto dalla crisi

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Prendiamo due numeri, e confrontiamoli: 410 miliardi contro 363 miliardi. I primi sono espressi in dollari, ed è il valore dell'ultimo aiuto che il Governo degli Stati Uniti ha stanziato per assistere la popolazione americana, impoverita dalla pandemia. I secondi sono sempre dollari, e sono i soldi finiti nelle tasche dei nove uomini più ricchi d'America dal 5 marzo 2020 al 5 marzo 2021, grazie alla pandemia. E stiamo parlando sempre dei soliti noti: Jeff Bezos di Amazon, Elon Musk di Tesla (con sorpassi e contro sorpassi in cima alla classifica dei più ricchi del mondo), Mark Zuckerberg di Facebook, Sergey Brin e Larry Page di Alphabet, Bill Gates e Steve Ballmer (ex) di Microsoft, Larry Ellison di Oracle e Michael Dell di… beh, di Dell.

Insomma, quasi la stessa cifra (miliardo più, miliardo meno) che esce dalle casse dello Stato ed entra nelle tasche dei big del tech, decisamente arricchitisi nel primo anno della crisi socio-sanitaria che ha colpito il mondo intero. Tutti guadagni nati dal boom delle azioni delle loro rispettive società, nonché dal cambio delle abitudini delle persone che sempre più si stanno affidando all'e-commerce ed alle piattaforme online per lavorare, studiare o rilassarsi.

Business is business o stonatura? Non abbiamo nessuna intenzione di dare una risposta, ma solo di riportare i fatti e le considerazioni di chi negli Stati Uniti ci vive e ci lavora. Come Il Senatore Bernie Sanders, che al Washington Post ha detto:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker