Sport

Paganese – Palermo 0 – 1 LE PAGELLE / Vittoria sì ma si salvano in pochi

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT











La vittoria copre tutte le magagne: i tre punti servono a restare saldamente in zona playoff (superata la Casertana) ma onestamente c’è poco da guardare al futuro. Anche la prestazione di Pagani è stata men che mediocre, se non fosse stato per l’obbligo professionale avremmo avuto la tentazione di cambiare canale, tanto brutto è stato lo spettacolo. Il Palermo, senza rubare nulla, sfrutta bene una delle rare occasioni in cui la Paganese si lascia sorprendere in contropiede ma prima e dopo fa pochissimo per legittimare il risultato confermandosi confusa, slegata e piena di compromessi tecnico tattici che sono figli di una cattiva costruzione e anche di assoluta mancanza di personalità. Primo o poi questo campionato finirà…

PAGANESE (3-5-2): Baiocco s.v.; Onescu 6 (dal 20′ s.t. Mendicino s.v.), Schiavino 5,5, Sirignano 6 (dal 38′ s.t. Bonavolontà s.v.); Carotenuto 6, Zanini 5, Gaeta 5,5, Cigagna 6,5, Squillace 6 (dal 32′ s.t. Mattia s.v.); Diop 5,5, Raffini 6.

PALERMO (3-4-3): Pelagotti 6; Peretti 6, Palazzi 5,5, Marconi 5,5; Almici 5,5 (dal 33′ s.t. Somma s.v.), Luperini 5, De Rose 4,5 (dal 5′ s.t. Odjer 5,5), Valente 6; Kanoute 4,5, Santana 6 (dal 20′ s.t. Saraniti s.v.), Floriano 6 (dal 20′ s.t. Rauti s.v.).

Pelagotti 6: Un paio di interventi nel primo tempo non certo difficili che lui riesce a respingere ma rimandando una sensazione di generale insicurezza su quasi ogni intervento. Freddo ed efficace su Diop al 95esimo.

Peretti 6: Chiamato in causa all’ultimo istante per l’indisposizione di Accardi. Non è una partita particolarmente difficile e non deve fare grande lavoro.

Palazzi 5,5: Concettualmente non sono mai stato contrario alla sua utilizzazione sulla linea dei difensori: ma tutto ciò avrebbe un senso se contribuisse con l’esperienza e la qualità a dare aiuto in fase di costruzione della manovra. Invece sbaglia tanto proprio dove deve mettere qualità. Del difensore, lo ha già dimostrato in altre gare, non ha la mentalità eppure gli va riconosciuto il merito di un salvataggio in scivolata sullo 0 a 1. Ma lascia solo Diop proprio all’ultimo respiro.

Marconi 5,5: Nemmeno per lui è una partita particolarmente difficile ma nonostante tutto commette tanti falli e nelle poche buone giocate della Paganese va in affanno.

Almici 5,5: Era in dubbio alla vigilia perché le sue condizioni non erano particolarmente brillanti: la gara ha confermato i sospetti. Gara abbastanza anonima per un’ora, nobilitata dall’assist per Floriano in occasione dell’1 a 0: l’assist è al bacio ma gli va dato il merito soprattutto di avere seguito il contropiede di Valente.

(dal 33′ s.t. Somma) s.v.: Piazzato nell’insolito ruolo di esterno di centrocampo, forse la palla non l’ha toccata.

Luperini 5: Non è il fantasma delle prime partite ma nemmeno il giocatore di qualità che avevamo visto nel derby. Giocando un po’ più dietro finisce per giocare più palloni e per dare una mano al reparto in fase di costruzione.

De Rose 4,5: Altra prestazione in linea con le ultime, anche peggio: poche palle recuperate, poca precisione, poca corsa, poca spinta. L’unica cosa puntuale è l’ammonizione nel primo tempo che gli costa la squalifica per la prossima gara.

(dal 5′ s.t. Odjer) 5,5: Un po’ meglio di De Rose ma nemmeno lui è lontano parente del giocatore che aveva cominciato la stagione con un motorino dentro le scarpe.

Valente 6: Nel ruolo di “ascensore” sulla fascia gli va dato atto che sale e scende con buona lena, migliora rispetto alle ultime prestazioni in questo nuovo ruolo più arretrato ma il tasso di qualità sembra essersi abbassato. Il gol però lo “inventa” lui, con un’azione di contropiede che – nel grigiore generale – è sembrata esplosiva: ma andrebbe anche detto che aveva tirato in porta (maluccio) e che solo un rimpallo ha consentito ad Almici di recuperare palla e servire l’assist a Floriano.

Kanoute 4,5: Primo tempo disastroso, quando si avvicina alla porta avversaria entra in confusione. La palla-gol più limpida nel primo tempo capita sui suoi piedi ma controlla male e si fa “murare”. Anche sul piano del dinamismo non è la migliore giornata.

Santana 6: Polvere di stelle. I suoi piedi sono un lusso per il contesto in cui si è giocato. Quando gioca la palla il campo non sembra più in pessime condizioni: solo che di palle giocabili gliene arrivano poche perchè il Palermo prova a guadagnare metri con lanci lunghi: e lui non è Lucca. Esce dal campo a missione compiuta, cioè dopo il gol di Floriano.

(dal 20′ s.t. Saraniti) s.v.: Un paio di palle le tocca: però male. Ma non sta bene.

Floriano 6: Segna il gol dell’1 a 0 con un tocco ravvicinato tutto sommato semplice, ma la bravura in questo caso è quella di farsi trovare al posto giusto. Prima del gol solo aria fritta e un tiro nel primo tempo che viene ribattuto ma che non sembrava particolarmente insidioso.

(dal 20′ s.t. Rauti) s.v.: Si piazza esterno di sinistra e si uniforma presto al colore grigio.

LEGGI ANCHE

LA CRONACA DEL MATCH

SERIE C: RISULTATI E CLASSIFICA

L’articolo Paganese – Palermo 0 – 1 LE PAGELLE / Vittoria sì ma si salvano in pochi proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker