Sport

Champions League, perché Liverpool – Lipsia si gioca in Ungheria?

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

Liverpool e Lipsia sono pronte a sfidarsi nel ritorno degli ottavi di Champions League ma anche stavolta sarà un match… strano. La squadra di Klopp e quella di Nagelsmann non si affronteranno infatti ad Anfield, stadio storico dei Reds, bensì alla Puskas Arena di Budapest. Anche il ‘primo round’ fra le due formazioni si era giocato in Ungheria. Ma, allora, perché questa scelta della UEFA? Cosa dice il regolamento?

La gara non si potrà svolgere a Liverpool e anche stavolta il tutto è legato alle restrizioni previste in Regno Unito per contenere la diffusione del Covid: la Germania non è tra i paesi in “red list”, ma chi entra in Regno Unito deve comunque partire con un test negativo già eseguito, osservare 10 giorni di quarantena in Regno Unito e risultare negativo ad almeno altri due test prima di poter circolare nel Paese.

Anche stavolta dunque la squadra di casa ha avuto l’onere di individuare un campo “neutro” in cui disputare il match, pena la sconfitta a tavolino e la partita si svolgerà dunque ancora una volta alla ‘Puskas Arena’, nella capitale ungherese. Ironia della sorte, ancora una volta i gol in trasferta varranno come discriminante in caso di parità: formalmente il Liverpool gioca “in casa”, il Lipsia “in trasferta”.

LEGGI ANCHE

CHAMPIONS LEAGUE, IL QUADRO DEGLI OTTAVI DI FINALE

 

L’articolo Champions League, perché Liverpool – Lipsia si gioca in Ungheria? proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker