Sport

Boscaglia e il Palermo, flop totale: una storia d’amore mai sbocciata

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT







“La storia d’amore” tra Roberto Boscaglia e il Palermo non è mai realmente sbocciata. L’allenatore è stato esonerato dopo la sconfitta sul campo della Viterbese e termina il percorso con i rosanero dopo sei mesi difficili e quasi “inimmaginabili” se si pensa a come era stato accolto e presentato (uno dei migliori, se non il migliore, tecnico della Serie C).

Boscaglia firma il contratto con il Palermo il 18 agosto dopo un lungo tira e molla. Il tecnico aveva appena concluso (bruscamente e in anticipo) la sua esperienza con la Virtus Entella e i rosa si erano fiondati su di lui dopo aver sondato vari profili (soprattutto quello di Fabio Caserta, poi andato a Perugia), senza riuscire a concludere nulla. L’a.d. Sagramola, che avrebbe voluto un allenatore con contratto annuale, accetta la richiesta del tecnico di un biennale a cifre importanti. Insieme parlano di calciomercato.

Ma, a contratto firmato, l’allenatore gelese si “ritrova” in eredità tredici giocatori della precedente stagione di Serie D già confermati dalla società senza aver avuto voce in capitolo. Alcuni, si scoprirà ben presto, non sono di suo gradimento. Si va in ritiro con un organico ristretto, alcuni nuovi acquisti arrivano a Petralia solo negli ultimi giorni, altri a campionato iniziato, come Almici e Luperini (fortemente voluti da Boscaglia). Il tecnico, anche in conferenza stampa, fa capire che servirebbe uno sprint sul fronte calciomercato (almeno un attaccante più “strutturato” e un regista) ma verrà accontentato solo a gennaio, e a metà.

Boscaglia imposta la squadra con un 4-2-3-1, modulo ambizioso ed estremamente offensivo. Ma i risultati non arrivano, la partenza è disastrosa anche a causa di una preparazione precampionato approssimativa. Per “festeggiare” la prima vittoria bisogna aspettare sette partite, la “vittima” è la Juve Stabia. Nel momento più difficile, segnato dall’emergenza Covid, il Palermo inizia un buon periodo ma la squadra non dimostra mai l’equilibrio e la forza mentale per fare il salto di qualità.

I tifosi iniziano a criticare, l’ambiente perde la fiducia e accusa l’allenatore di “integralismo” tattico e presunzione. Sotto traccia, affiora qualche malumore anche all’interno della società. Nell’anno solare 2021, così, l’ex allenatore del Trapani decide di cambiare: si passa al 4-3-3 anche grazie all’arrivo dal mercato di De Rose, ma arrivano solo tre vittorie in dieci partite. A Viterbo si tocca forse il punto più basso.

Lo score di Boscaglia sulla panchina del Palermo è impietoso: otto vittorie, nove pareggi e nove sconfitte, con 27 gol fatti e 27 subiti, nono posto in classifica dopo 26 giornate e una media punti di 1,27. Un flop totale che però affonda le radici in una storia partita male e conclusa peggio, lastricata di incomprensioni che hanno minato il “progetto” biennale sin dal primo giorno.

LEGGI ANCHE

VITERBESE – PALERMO, LE PAGELLE DI GUIDO MONASTRA

SERIE C, GIRONE C: I RISULTATI DELLA 27a GIORNATA

L’articolo Boscaglia e il Palermo, flop totale: una storia d’amore mai sbocciata proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker