Hi-Tech

Multa Sky Antitrust: 2 milioni di euro per pratiche scorrette

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Sky viene sanzionato dall'Antitrust italiano per le "scarse e inadeguate informazioni" sullo Sconto Coronavirus e per non aver permesso ai propri clienti abbonati a Sky Sport e Sky Calcio di ottenere rimodulazioni o rimborsi dei canoni mensili dopo lo stop ai campionati resosi necessario per la pandemia. Sky dovrà pagare in tutto una multa di 2 milioni di euro.

ACCUSA E DIFESA

Sono tre le pratiche commerciali scorrette che l'AGCM ritiene siano state adottate da Sky:

  • nessuna rimodulazione o rimborso automatico dei canoni mensili nel periodo in cui partite e campionati sono stati sospesi causa Covid-19. Durante questi mesi, i clienti "hanno continuato a pagare come prima per la fruizione di un'offerta notevolmente impoverita". Gli effetti della mancata rimodulazione/rimborso sono ricaduti anche su coloro che – a seguito del blocco delle partite – hanno deciso di recedere dal contratto.
    • La difesa di Sky: l'azienda offre un abbonamento annuale e non mensile, e i clienti hanno potuto accedere ad un'offerta che, seppur modificata e priva di eventi dal vivo, è sempre stata ricca. Gli eventi sportivi rimandati durante il lockdown sono stati mandati in onda in diretta durante l'estate.
  • Sconto Coronavirus: è un'offerta che prevede uno sconto sui pacchetti Sky Calcio e Sky Sport per i mesi di marzo, aprile e maggio 2020 sia per i clienti del digitale terrestre, sia per gli abbonati tramite satellite o fibra. Lo sconto è di 15,20 euro/mese per gli abbonati a entrambi i pacchetti, di 7,60 euro/mese per chi ha aderito a uno dei due. L'azienda "ha omesso oppure fornito in modo non adeguato e non tempestivo informazioni in merito alla sussistenza dello stesso, nonché su modalità e tempi per richiederlo, con un conseguente svantaggio economico". Viene in particolare sottolineato come lo sconto non fosse automatico ma ottenibile solamente "a fronte di una esplicita richiesta da parte del cliente".
    • La difesa di Sky: non è uno sconto automatico in quanto rientra tra le misure di cura del cliente insoddisfatto. In altre parole, lo sconto è stato previsto solamente per coloro che avrebbero deciso di contattare Sky.
  • pratica aggressiva: Sky avrebbe "imposto ostacoli onerosi e sproporzionati alla fruizione dello Sconto Coronavirus da parte dei clienti interessati". In altre parole, l'Antitrust sottolinea i problemi tecnici riscontrati durante la procedura che hanno rallentato l'iter per ottenere lo sconto, e accusa Sky di non aver offerto ai propri clienti metodi alternativi diversi dal web per aderire all'offerta. Sky avrebbe poi riconosciuto lo sconto solamente a partire dal momento dell'adesione, senza tener conto dei ritardi causati dal malfunzionamento del sistema informatico con cui si sono gestite le richieste stesse.
    • La difesa di Sky: non ha senso proporre uno sconto e poi creare ostacoli affinché il cliente non possa accedervi.

LA DECISIONE DELL’ANTITRUST

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha ritenuto "prive di fondamento le argomentazioni difensive". In particolare:


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da TeknoZone a 449 euro oppure da ePrice a 516 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker