Hi-Tech

Scoperto il primo malware che colpisce Apple M1

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

L'esperto di sicurezza Patrick Wardle, ex ricercatore dell'NSA, ha scoperto e reso noto quello che si può definire il primo malware che colpisce l'ormai famigerato Apple M1. Wardle, che nelle scorse settimane non aveva esitato ad elogiare il nuovo SoC di casa Apple, è riuscito ad identificare appunto la prima applicazione di questo tipo che può essere eseguita nativamente su Apple M1, confermando in sostanza che gli hacker stanno trovando nuove soluzioni per "bucare" i dispositivi con MacOS di ultima generazione basati appunto sul più recente Apple Silicon.

Andando più nel dettaglio, il ricercatore ha scoperto l'esistenza di GoSearch22.app, una versione nativa per M1 del virus Pirrit, una vecchia conoscenza che tra i suoi "effetti indesiderati" prevede la raccolta dei dati di navigazione dell'utente, arrivando anche alla visualizzazione di particolari annunci pubblicitari.

A questo proposito, Wardle sottolinea inoltre come lo sviluppo multi-piattaforma di questo tipo di attacchi sia in continua evoluzione, adeguandosi di volta in volta alle piattaforme hardware di ultima generazione, comprese ovviamente quelle proposte dall'azienda di Cupertino. Sempre secondo quanto dichiarato dall'esperto di sicurezza, la rilevazione di questo particolare malware non sarebbe molto semplice sui sistemi Apple, mentre molti antivirus per sistemi basati su chip Intel rilevano correttamente e senza problemi il virus Pirrit (logicamente su piattaforma x86).


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Comet a 599 euro oppure da ePrice a 672 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker