Sport

Palermo, ci voleva… Draghi ma il SuperMario è Santana. Le pagelle ironiche di A&F

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT









A leggere la formazione quasi non ci crediamo! Sarà stato il governo Draghi, saranno stati gli alieni o forse gli è venuto in sogno lo spirito di Niels Liedholm ma Boscaglia cambia formazione! Kanoute va addirittura in panchina e devono spiegargli dove si trova perché non c’è più abituato e sopratutto, Mario Santana gioca titolare! Visto che non pensiamo Mario abbia più autonomia e fiato dei nostri compagni di calcetto del martedì, Boscaglia lo schiera dietro le punte.

Mentre cerchiamo di capire come siamo messi, il Palermo prende l’ennesimo gol in contropiede con Pelagotti che forse avrebbe potuto fare qualcosa in più perché il tiro ci sembrava più debole di una opposizione che si astiene di fronte a un governo tecnico.

Il Palermo ci mette un po’ a carburare ma al 13’ riesce a segnare con il solito Lucca che sulla linea mette dentro una palla “spizzata” di testa dopo un bel cross di Santana. Si ricomincia. Il Palermo pressa e spinge ma il risultato resta inchiodato sul pari e sopratutto Santana, che era stato tra i migliori, ci sembra accusare qualche dolore dovuto all’età. Al 32’ Lucca non si smentisce e sbaglia un gol tirando fuori. Ma la qualità paga sempre e Santana dà definitivamente ragione alla scelta di Boscaglia, pennellando un secondo cross splendido per l’inserimento di Luperini che di testa la mette dentro. Partita ribaltata!

Rientriamo pensando che serve un altro gol per chiudere in bellezza il sabato e non fare bile come al solito. Lucca mette alto di testa dopo pochi minuti ma il Palermo non si abbatte e tiene in pugno il match, con un Santana sempre sugli scudi a dettare i tempi come un Von Karajan a inizio carriera. Il tempo però comincia a passare senza che si faccia il gol della sicurezza e noi tanto sereni non stiamo. Quando comincia la girandola di cambi ed entrano anche Kanoute e Broh noi speriamo che non facciano minchiate così da poter mettere a entrambi il “senza voto” ed evitare i soliti insulti del nostro affezionato estimatore Giuseppe.

Su un calcio d’angolo, concesso direttamente dall’arbitro perché il guardalinee era distratto dal viavai di persone che si riscaldavano dietro di lui, Martin pennella un bel cross. In area si avventa Lucca, contrastato da Topolino, Pippo e Paperinik che segna anche il gol definitivo della vittoria! Si torna a vincere! E anche se l’avversario è veramente modesto noi ci pigliamo i 3 punti, la bella prestazione e torniamo a sperare. In fondo, noi siamo gente semplice, ci basta poco. Forza Palermo!

Pelagotti 5 – Non si è ancora ripreso dalla minchiata di Avellino però almeno ha imparato ad allapazzare quando ce n’é bisogno. Sul gol non sembra incolpevole. Recidivo.

Accardi 5,5 – Il gol del Bisceglie arriva dal suo lato e noi non abbiamo pietà anche perché in fase di spinta è meno continuo del solito. Svampito.

Palazzi 6 – Il Bisceglie è poca cosa e non si deve impegnare più di tanto per guadagnarsi la sufficienza. Compitìno.

(dal 37′ s.t. Martin) s.v.

Somma 6 – Non fa minchiate ma quando la palla arriva dalle sue parti ci mette sempre un po’ di paura. Scary movie.

Crivello 5 – Crossa male e difende peggio. Sperso.

De Rose 7 – Ha dato ordine e disciplina al centrocampo rosanero, mettendoci anche un po’ di sana cattiveria. Autorevole (lui), autoritari (noi).

Luperini 7 – Oltre al gol sfodera la sua migliore prestazione in maglia rosa. Il centrocampo a due e la scarsezza degli avversari lo fanno risaltare. Ritrovato (?).

(dal 37′ s.t. Broh) s.v.

Santana 9,5 – Avesse segnato avrebbe preso il massimo dei voti. Ci regala sprazzi di qualità d’altri tempi. Nostalgia canaglia.

(dal 24′ s.t. Marconi) s.v.

Rauti 6,5 – A noi sembra sempre un pericolo per le difese avversarie. Corre, lotta e tira in porta. Purtroppo esce per infortunio. Arripigghiati.

(dal 26′ s.t. Kanoute) s.v.:

Valente 6 – Meno esplosivo del solito ma sempre prezioso con la sua corsa. Fondista.

Lucca 8,5 – Per alcuni amici somiglia già a Lucatoni e favoleggiano di plusvalenze milionarie sul suo cartellino. Noi rimaniamo scettici ma oggi ci mette a tacere con una bella doppietta. Muti ma felici (noi).

Boscaglia 6,5 – Finalmente schiera una squadra con un minimo di raziocinio che gioca il suo calcio onanistico ma stavolta segna. Ctrl+alt+canc.

LEGGI ANCHE

LUCCA: “DEDICO I GOL ALLA CITTA’ E AI TIFOSI”

SERIE C, IL PALERMO SALE ALL’OTTAVO POSTO

LUPERINI, UN’AMMONIZIONE CHE COSTERA’ LA SQUALIFICA

L’articolo Palermo, ci voleva… Draghi ma il SuperMario è Santana. Le pagelle ironiche di A&F proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker