Politica

L'età media dei ministri sale a 54 anni. Una squadra a trazione nordista

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: POLITICA

AGI – Si alza l’età media dell’esecutivo, rispetto ai due precedenti governi a guida Conte: 54 anni a fronte dei 47 e 48 dei precedenti esecutivi. La squadra del governo guidato da Mario Draghi è a ‘trazione’ nordista: 18 esponenti su 24. Mario Draghi, 73 anni, è il più anziano, il più giovane è il 34enne Luigi Di Maio.

Ancora nei trenta, anche la pentastellata Fabiana Dadone. Poi c’è il 42enne Roberto Speranza. I ministri vengono prevalentemente da regioni settentrionali: Soverchiante la presenza di ministri provenienti dal Nord Italia. Sono 18 su 24 (pari al 75%), contando anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

Diversi i ministri lombardi (Cartabia, Cingolani, Colao, Garavaglia, Gelmini, Giorgetti, Guerini, Messa, Bonetti). Di regioni del Nord anche Dario Franceschini (emiliano), Andrea Orlando (ligure), Federico D’Incà (bellunese). Il centro è rappresentato dallo stesso premier Draghi e dal ministro Giovannini. Sono del Sud Lamorgese e Speranza (entrambi lucani); Carfagna e Di Maio (campani), il sottosegretario Cingolani (di Taranto). 

La squadra del governo guidato da Mario Draghi e’ composta da 23 ministri. 15 sono i dicasteri guidati da esponenti politici, scelti tra le forze dell’ampia maggioranza che sostiene l’esecutivo (Pd, M5s, Leu, Iv, Forza Italia, Lega), 8 sono invece i ‘tecnici’. Le donne sono 8, 15 gli uomini. Il ‘peso’ dei partiti e’ distribuito tra le forze politiche in maniera proporzionale ai numeri in Parlamento.

LE ‘QUOTE’ DEI PARTITI: 4 ministri a M5s, 3 a Pd, 3 a Lega e 3 a Forza Italia; 1 a testa a Leu e Iv.

OTTO DONNE: Marta Cartabia (Giustizia); Luciana Lamorgese (Interno); Mariastella Gelmini (Autonomie); Mara Carfagna (Sud e coesione); Fabiana Dadone (Politiche giovanili); Elena Bonetti (pari opportunita’); Erika Stefani (Disabilita’); Cristina Messa (Università).

NOVE CONFERME: Luciana Lamorgese al ministero dell’Interno; Luigi Di Maio al ministero degli Esteri; Fedrico D’Incà al ministero per i rapporti con il Parlamento; Elena Bonetti al ministero per le Pari opportunità; Roberto Speranza al ministero della Salute; Stefano Patuanelli che dallo Sviluppo economico si trasferisce all’Agricoltura; Dario Franceschini al ministero della Cultura; Fabiana Dadone che dalla Pubblica amministrazione passa al ministero delle Politiche giovanili; Lorenzo Guerini al ministero della Difesa.

PIÙ POLITICI CHE TECNICI: sono in tutto 15 i ministri ‘politici’ (Franceschini, Orlando, Guerini; Bonetti; Di Maio, Patuanelli, D’Incà, Dadone; Speranza; Stefani, Giorgetti, Garavaglia; Gelmini, Brunetta, Carfagna). Sono 8 i tecnici, che vanno alla guida dei ministeri della Giustizia (Cartabia), Interno (Lamorgese), Innovazione tecnologica (Colao), Economia (Franco), Transizione ecologica (Cingolani), Trasporti (Giovannini), Istruzione (Bianchi), Università (Messa).

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker