Hi-Tech

5G, la Regione Emilia-Romagna vuole vederci chiaro. "Serve cautela"

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Fa ancora discutere la risoluzione dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna con cui si chiedono ulteriori approfondimenti sulle conseguenze che le reti di nuova generazione possono avere sulla salute della persone, specie su quelle "particolarmente sofferenti per l'esposizione alle radiofrequenze".

Proposto dalla pentastellata Silvia Piccinini, emendato da Nadia Rossi (PD) ed approvato all'unanimità, il documento intende "garantire contestualmente innovazione e sviluppo e tutela della salute": ciò non significa un divieto dell'installazione di antenne 5G o lo stop al sistema di telecomunicazioni sul territorio, ma una maggiore attenzione nel "controllare e ridurre l'impatto delle radiofrequenze 5G insieme alla predisposizione di una campagna informativa istituzionale sugli effetti delle onde radio sulla salute e sull'uso corretto degli apparecchi wireless". Queste le parole di Silvia Piccinini (M5S):

Sebbene questa tecnologia non richieda potenze di emissione particolarmente elevate, necessita di un'aumentata densità di esposizione che richiede l'applicazione del principio di cautela.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da mediaworld.it a 459 euro oppure da Amazon a 671 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker