Hi-Tech

200 ore a Night City

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

In molti comparano le pessime condizioni di lancio di Cyberpunk 2077, soprattutto su console, al precedente mega-titolo di CD Projekt RED, The Witcher 3: Wild Hunt. Ma la situazione è tutt’altro che analoga: l’RPG futuristico ha ben altro di cui preoccuparsi che qualche glitch, bug o un cavallo che ha l’abitudine di comparire nei luoghi più assurdi.

Dopo quasi 200 ore trascorse a Night City, tra gioco vero e proprio e studi più approfonditi per la realizzazione degli speciali, sono giunto alla conclusione che questa volta CDPR ha toppato, e la strada per la redenzione è molto, molto ardua, tanto che è davvero difficile immaginare un esito del tutto positivo. Il motivo è molto semplice: le scarse performance su PS4 e Xbox One sono solo la punta dell'iceberg – il sintomo più evidente di problemi molto più diffusi e profondi. Eppure, nonostante tutto, sono tante le ragioni per cui vale la pena farci un giro.

SOMMARIO (FAST TRAVEL)


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker