Hi-Tech

OnePlus One, Nexus 5 e altri "vecchietti" assaggiano Android 11

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Che cos'hanno in comune OnePlus One, Google/LG Nexus 5, Sony Xperia SP, T, TX e V? Sono tutti smartphone obsoleti, il cui supporto ufficiale è terminato ormai da anni… E che possono, nonostante ciò, avere un assaggio dell'ultimissima release di Android, la 11, grazie all'infaticabile community di sviluppatori di xda-developers.

Tutti gli smartphone citati sono nativi Android 4.x: 4.4 KitKat per i modelli di OnePlus e Google, che sono stati aggiornati fino alla versione 6 Marshmallow. L'ultimo aggiornamento per gli Xperia è stato addirittura Android 4.3 Jelly Bean. Le specifiche, insomma, sono quelle che sono, e le custom ROM preparate da XDA sono ancora nelle fasi iniziali dello sviluppo: questo per dire che la reattività non è paragonabile a quella che si osserva su un terminale di ultima generazione, e che ci sono diversi bug importanti e problemi noti.

Come è ormai prassi, la base di tutte le ROM è la LineageOS, la custom ROM nata dalle ceneri di CyanogenMod ormai anni fa, in versione 18.1. Tutti i porting sono "unofficial": significa che gli sviluppatori che se ne occupano non sono affiliati al team LineageOS, quindi il supporto potrebbe essere meno stabile e continuativo nel tempo.


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 649 euro oppure da Unieuro a 699 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker