Hi-Tech

Google Nest Hub, la prossima generazione potrebbe avere le gesture aeree

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Google starebbe lavorando a un nuovo Nest Hub con supporto alle gesture "aeree" grazie alla tecnologia radar Soli. A indicarlo è una certificazione FCC scoperta recentemente dai colleghi di Android Police: non rivela granché, ma è emblematico il supporto alle frequenze dei 60 GHz, appunto quelle che usano i radar Soli. Il resto della documentazione descrive un "dispositivo interattivo" con codice modello A4R-G4CVZ, e il supporto al protocollo di comunicazione wireless a basso consumo energetico Zigbee. Non ci sono informazioni precise che indichino la presenza di un display, tuttavia è un'ipotesi piuttosto plausibile.

Google ha investito molti anni nello sviluppo di Soli, una tecnologia in grado di rilevare e interpretare con notevole precisione i movimenti della mano senza bisogno del tocco. Il principio è quello dei radar: niente di nuovo, ma la vera sfida è stata il processo di miniaturizzazione. Inizialmente, Google l'aveva pensata per il settore degli smartwatch, ma non se n'è mai fatto niente. Ha debuttato sugli smartphone Pixel 4, ma è stata più o meno un fiasco – oltre a non essere ben rifinita, aveva pochi impieghi pratici. Il settore della domotica sembra tuttavia un terreno più congeniale: soprattutto su un dispositivo touch come il Nest Hub, che si usa spesso in cucina in contesti in cui le mani sono sporche o bagnate.

In effetti c'è già un precedente, annunciato poco meno di tre mesi fa: l'entry level Nest Thermostat. In questo caso, però, l'apporto di Soli è piuttosto limitato: il radar rileva solo se l'utente è nelle vicinanze e accende il display del termostato, niente di più.


Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da emarevolution.it a 235 euro oppure da Amazon a 298 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker