Sport

Casertana in 9, Castaldo: “Mi vergogno di essere italiano e calciatore”

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

Luigi Castaldo, attaccante della Casertana, dopo la partita giocata in 9 uomini contro la Viterbese causa Covid-19 e mancato rinvio della Lega Pro, si è voluto sfogare in conferenza stampa.

Mi vergogno di essere italiano e calciatore – afferma – . Si è toccato il fondo. Si è giocato con la vita delle persone. Durante la gara mi veniva da ridere. Forse da capitano ho sbagliato a non radunare la squadra dicendo di non scendere in campo. Si è messa una partita di calcio davanti alla vita. Siamo rappresentati malissimo”.

“Se si è sbagliato qualcuno deve pur pagare – continua – . Non c’è stato buonsenso. Devono vergognarsi tutti. Si è toccato il fondo. Il presidente della Viterbese guarda il proprio tornaconto, ma è una vergogna spingere per scendere in campo nonostante un focolaio del genere. Non parliamo di una partita persa. Qui si è giocato sulla salute delle persone. Devono vergognarsi. Forse una partita di calcio viene prima di tutto”.

LEGGI ANCHE

LA CASERTANA: “DUE POSITIVI HANNO GIOCATO CON LA VITERBESE”

LE PAROLE DI GHIRELLI

L’articolo Casertana in 9, Castaldo: “Mi vergogno di essere italiano e calciatore” proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker