Politica

Il centrodestra vota compatto a favore dello scostamento. Conte, dialogo prosegua

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: POLITICA

AGI – Via libera della Camera al nuovo scostamento di bilancio di 8 miliardi. Anche il centrodestra, unito, ha votato a favore. I sì sono stati pressoché unanimi: 552, nessun voto contrario e 6 astenuti (tra cui i deputati di Azione e Più Europa).

Conte, voto unanime su scostamento ottimo segnale. Dialogo prosegua

Un voto accolto con soddisfazione dal presidente del Consiglio (“un ottimo segnale in questo momento di particolare difficoltà che sta attraversando il Paese”), che auspica possa ora proseguire il dialogo con le opposizioni, alle quali riconosce “un approccio costruttivo” e per questo le ringrazia, “in particolare, quanti hanno voluto perseguire” questa linea “sin dall’inizio, con determinazione ma sempre nella chiarezza dei ruoli”, aggiunge riferendosi – senza citarla espressamente – a Forza Italia.

Giuseppe Conte quindi rivendica: “Il voto che si è appena concluso è anche il segno che le linee di intervento programmate dal governo” sugli autonomi “sono indirizzi che godono di ampio apprezzamento da parte di tutte le forze politiche, in quanto ritenute, evidentemente, rispondenti ai bisogni più urgenti della comunità nazionale”.    

Berlusconi gioca d’anticipo, ok FI a scostamento. E spinge il sì di Lega e FdI

Dopo una lunga trattativa con maggioranza e governo, è Silvio Berlusconi a rompere gli indugi e annunciare già in mattinata, ancor prima dell’avvio della seduta dell’Aula di Montecitorio, il voto favorevole di Forza Italia. Una mossa che di fatto spariglia le carte nel campo del centrodestra, un ‘gioco di anticipo’ che, in qualche modo, ‘forza’ la posizione di Lega e FdI, fino a quel momento ancora prudenti in attesa di una risposta favorevole da parte dell’esecutivo alle richieste su autonomi e partite Iva.

Governo apre a richieste centrodestra su autonomi e partite Iva

Alla fine, la risposta del governo arriva, messa nero su bianco nella risoluzione di maggioranza. Il passaggio ‘cruciale’ recita: “Sono da considerare favorevolmente le proposte volte a rafforzare l’efficacia degli interventi per il sostegno a lavoratori autonomi, commercianti, artigiani, professionisti, attraverso l’ampliamento della moratoria fiscale a tutte le attività economiche che hanno subito cali rilevanti del fatturato; è necessario avviare un confronto per la definizione di un meccanismo organico di natura perequativa che vada oltre le aree di rischio pandemico e i codici Ateco e si basi sul rimborso di parte dei costi fissi, prevedendo la possibilità di attribuire i ristori anche ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti che non ne hanno beneficiato”.

Centrodestra compatto vota a favore dello scostamento di bilancio

Il centrodestra presenta una risoluzione unitaria, su cui l’esecutivo dà parre contrario. Ma ormai la ‘partita’ è già chiusa, arriva il via libera anche di FdI e Lega. Voto unanime che sarà bissato anche al Senato. Il voto favorevole di tutto il centrodestra dà ‘ossigeno’ anche alla maggioranza, dove alcune forze – come M5s – avrebbero vissuto con un certo ‘disagio’ il sì della sola Forza Italia, alla luce delle settimane precedenti in cui sono fioccate indiscrezioni su un possibile allargamento del perimetro dei giallorossi ad altre forze politiche. Ipotesi, tra l’altro, sempre smentita dal partito azzurro.

Si ricompatta, così, il centrodestra, dopo un vigilia che non sempre ha visto FI, Lega e FdI viaggiare all’unisono. Una unità auspicata dallo stesso Berlusconi quando, in mattinata, si collega via telefono con i deputati azzurri, comunicando che il governo ha recepito la gran parte delle proposte delle opposizioni, e per questo Forza Italia voterà a favore dello scostamento, auspicando al contempo che anche Lega e FdI votino a favore. “I rapporti tra Forza Italia e gli alleati del centrodestra sono e saranno sempre improntati al massimo rispetto e alla massima lealtà”, tiene a sottolineare l’ex premier.

Tajani, voto favorevole non è sostegno a governo

Antonio Tajani mette in chiaro: “Il sostegno” allo scostamento “non ha nulla a che vedere col sostegno al governo”. Giorgia Meloni rivendica la vittoria del centrodestra: “Il governo ci dà ragione anche se in ritardo”. Non solo: per la leader di FdI “con questo voto dimostriamo che l’assenza di dialogo non era responsabilità dell’opposizione ma del governo”.

Salvini, successo centrodestra. Lega pronta a tavoli su scuola e fisco

E Matteo Salvini assicura: “Se andrà avanti questo percorso di ascolto è solo l’inizio”, dando subito la disponibilità della Lega a sedersi al tavolo su scuola e riforma fiscale. Dunque, anche Salvini rivendica la strategia vincente del centrodestra: “E’ stato un bel successo. Finalmente il governo si è reso conto che da solo non va da nessuna parte”.

Non mancano alcune note di disappunto nella coalizione. Ignazio La Russa di FdI invita ad esempio Berlusconi a dare a Brunetta “un compito diverso rispetto a quello di intralciare l’unità del centrodestra”. E lo stesso Salvini osserva: “La prossima volta sarebbe meglio ci fossero interlocuzioni dirette con i leader e non telefonate riservate la notte con interlocutori di chi punta a rompere il centrodestra”. 

Zingaretti, buona notizia Italia unita nell’emergenza

Nella maggioranza, il primo a commentare è il segretario dem Nicola Zingaretti, che rivendica come il Pd sia stato il primo partito a spingere sul dialogo: “L’Italia che si unisce sulle cose da fare in questa drammatica emergenza è una buona notizia. Abbiamo combattuto per questo obiettivo ora raggiunto. Adesso sconfiggiamo il Covid: ridiamo fiducia e speranza alle persone”. E il capodelegazione Pd, il ministro Dario Franceschini, riconosce il merito dell’operazione al Cavaliere, “Chapeau”.    

Di Maio, grande segnale di lealtà istituzionale

Per Luigi Di Maio il voto alla Camera è “un grande segnale di unità e di lealtà istituzionale nei confronti del Paese. Questo voto ci permetterà di continuare a sostenere lavoratori autonomi, commercianti, artigiani, professionisti che più di tutti stanno subendo la crisi legata alla pandemia. Avanti così”. Il titolare dell’Economia sottolinea: “Mi sembra positivo che si realizzi una convergenza più ampia anche con le forze di opposizione”, dice Roberto Gualtieri. E il ministro pentastellato Federico D’Incà sottolinea: “Un segnale di grande responsabilità verso il Paese da parte di tutte le forze politiche. Un passaggio che certifica, anche da parte delle opposizioni, la correttezza del lavoro svolto in questi mesi dal Governo”.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker