Sport

Juve Stabia – Palermo 1 – 2 / LE PAGELLE: Saraniti top, Floriano e Rauti voti alti

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT




Palermo bello e fortunato. Arriva la prima vittoria della stagione ed è il frutto di una prestazione più che buona per almeno un tempo. Considerata la quantità di “cerotti” con cui i rosa sono scesi in campo è più che giustificata anche la sofferenza del secondo tempo. E questa volta l’arbitro ha dato “una mano”, decidendo per il “nulla di fatto” su due comprensibili proteste della Juve Stabia. Ma ci sta che la fortuna aiuti gli audaci. Il Palermo di oggi ha confermato i progressi mentali e atletici, ha messo in mostra un Saraniti mai visto e ha offerto spunti di bel gioco, rispolverando anche Floriano in bella forma. Adesso dovrà fare i conti con un altro bel po’ di infortuni. Ma ci potrà pensare con meno preoccupazione.

JUVE STABIA (4-3-3): Tomei 6; Garattoni 6,5, Allievi 5,5, Codromaz 5, Rizzo 6; Berardocco 5,5 (dal 45′ s.t. Scaccabarozzi s.v.), Vallocchia 5,5, Fantacci 6; Orlando 6,5 (dal 21′ s.t. Bubas 6), Romero 6,5, Mastalli 6,5.

PALERMO (4-2-3-1): Pelagotti 6,5; Almici 6 (dall’11 s.t. Accardi 6), Palazzi 6,5, Marconi 6,5, Corrado 5,5; Odjer 6,5 (dal 18′ s.t. Peretti 5,5), Martin 6,5 (dall’11 s.t. Floriano 7); Kanoute 6,5, Broh 6,5, Rauti 7,5; Saraniti 8 (dal 32′ p.t. Lucca 5,5).

Pelagotti 6,5: Per un’ora praticamente inoperoso, diventa protagonista nel finale con qualche parata non banale e uscite alte che risolvono situazioni intricate.

Almici 6: Dalle sue parti si soffre. Tranne i primi 20′ in cui dimostra la solita personalità vive una giornata da incubo perchè gli avversari gli arrivano da tutte le parti. E lui soffre, va in confusione e ci sta che sia stato sostituito.

(dall’11 s.t. Accardi) 6: Entra a freddo nel miglior momento della Juve Stabia. Il Palermo viene assediato e lui fa quello che può sulla fascia prediletta degli avversari. Rischia un rigore sullo 0 a 2 e commette un altro errore di valutazione in coppia con Peretti ma lotta come se non ci fosse un domani.

Palazzi 6,5: Quando il Palermo deve impostare lui è l’uomo in più, quando la palla l’hanno gli altri e deve fare il difensore emergono a volte anche delle carenze oggettive che lui maschera con senso di posizione. In questo periodo di emergenza la sua disponibilità tattica è comunque preziosa.

Marconi 6,5: Commette anche qualche errore ma complessivamente sembra reattivo e concentrato e quando “copre” un errore di Palazzi diventa decisivo.

Corrado 5,5: Prestazione timorosa, come gli è capitato quasi sempre sinora. Ci saremmo aspettati un po’ più di esuberanza mentre invece pensa solo a coprire la zona. Commette anche il fallo da rigore nel finale.

Odjer 6,5: Non deve fare i consueti straordinari perchè il centrocampo regge meglio l’urto degli avversari. Una partita “normale” dunque ma non per questo meno positiva. Ha sempre il motorino acceso, purtroppo rimedia un’altra ammonizione (oggettivamente severa) che gli costerà la squalifica. Ma il vero problema è che è uscito per infortunio, non sappiamo quanto serio.

(dal 18′ s.t. Peretti) 5,5: Gli va bene, anzi benissimo. Su Bubas, quasi a freddo, interviene con un tocco di mano, forse involontario, che potrebbe causare il rigore

Martin 6,5: Ancora una prestazione positiva, questa volta molto meglio supportato dai compagni di reparto che sono più “stretti” rispetto alle altre partite. Esce un po’ perché è stanco e un po’ per esigenze tattiche.

(dall’11 s.t. Floriano) 7: Dopo 30 secondi dal suo ingresso è sveglio per intercettare un errore avversario in fase di impostazione e andare alla conclusione. Poi il gol molto bello, è bravo a dare la soluzione giusta a Rauti ed è bravissimo a calibrare il tiro all’angolino: non era facile. Un giocatore ritrovato, visto l’infortunio di Valente sarà molto utile nel prossimo futuro.

Kanoute 6,5: Comincia benissimo, sul gol di Saraniti fa sovrapposizione e cross di buon livello. Qualche altra buona giocata e poi va via via calando di intensità. Indiscutibilmente si trova meglio sulla fascia destra che da centrale. Nel finale ha ancora energie per confezionare un assist al bacio per Rauti (sprecato)

Broh 6,5: Buon rientro, da trequartista centrale è utilissimo all’equilibrio della squadra e fa anche buon filtro iniziale sull’impostazione avversaria. Sulla tecnica individuale nessun dubbio; un’altra tappa verso la crescita atletica, considerato che è arrivato in rosa completamente ” a secco”.

Rauti 7,5: Il veleno nella coda. a un quarto d’ora dal termine si inventa un’azione coast to coast che mette in ginocchio la Juve Stabia e rifinita con un passaggio al bacio per il gol di Floriano. Un’azione che vale almeno due voti in più in pagella. Nel finale potrebbe anche segnare con una conclusione ravvicinata che termina alta. Nell’altra ora di gioco invece tanta esplosività e voglia non accompagnati da altrettanta sapienza tattica. E’ giovane e si vede, quando crescerà potrà diventare un giocatore importante.

Saraniti 8: Otto, quando ci vuole ci vuole. In mezz’ora fa tutto quello che non ha fatto in sei partite. In gol (e che gol, di testa!) alla prima palla giocata, uno splendido “autoassist” di tacco che se va in porto diventa il gol dell’anno, buone sponde e qualche prezioso recupero in difesa. Poi fa crac il suo muscolo e deve uscire chissà per quanto. Peccato, un Saraniti così sarebbe servito. Dopo tante insufficienze siamo felici di dargli il voto più alto.

(dal 32′ p.t. Lucca) 5,5: Rispetto al Saraniti della prima mezz’ora è evidente la differenza. Non trattiene mai palla e cerca invano di fare salire la squadra. In fase offensiva si fa vedere solo nel finale con una conclusione in scivolata: troppo poco.

LEGGI ANCHE

JUVE STABIA – PALERMO: LA CRONACA DEL MATCH

PALERMO, SEI GIOCATORI TORNANO NEGATIVI

L’articolo Juve Stabia – Palermo 1 – 2 / LE PAGELLE: Saraniti top, Floriano e Rauti voti alti proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker