Hi-Tech

iPhone 12 e lo schermo che tende al giallo: torna il tormentone

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

È un tema che torna ciclicamente al lancio dei nuovi iPhone – ne troviamo tracce dai tempi di iPhone 4 – e che puntualmente torna a dividere il pubblico tra chi lo considera un difetto e pretende la sostituzione del prodotto e chi invece riesce a conviverci, in alcuni casi senza nemmeno accorgersene. Il riferimento va agli schermi dei nuovi iPhone 12 che esibiscono tonalità calde, anche se la modalità True Tone è stata disattivata. In rete si registrano le prime segnalazioni e i confronti con i modelli della precedente generazione. Ad esempio nelle due immagini sotto riportate lo schermo di iPhone 12 Pro è stato messo a confronto con quello di iPhone 11 Pro. La modalità True Tone era disattivata in entrambi i casi.

Le segnalazioni hanno fatto immancabilmente scattare le discussioni da forum e i confronti tra gli utenti. C'è chi ricorda che diatribe simili si registravano dai tempi di iPhone 3G, chi accusa Apple di avere dei parametri di tolleranza troppo ampi per quanto riguarda la taratura dei suoi display – con la conseguenza che si può trovare lo stesso modello di iPhone con uno schermo più o meno tendente al giallo – chi indica presunti rimedi validi anche per i vecchi modelli, chi invece ricorda che si tratta di incongruenze nella resa fisiologiche.

Visto che il tema non è nuovo per chi ha seguito l'evoluzione degli smartphone Apple – ma casi analoghi di possono registrare anche con gli smartphone di altre marche – anche i rimedi non sono inediti. La prima soluzione è a costo zero: non drammatizzare, né gridare allo scandalo partendo solo dai confronti che si trovano in rete. In primo luogo le tonalità più o meno calde possono risultare evidenti mettendo uno accanto all'altro due modelli, ma nell'utilizzo reale (di un solo modello per volta) queste differenze potrebbero svanire. Si deve poi tenere presente che una taratura dei colori che vira più o meno verso tonalità calde può essere percepita come un difetto dall'utente anche in base ad una valutazione esclusivamente soggettiva – banalmente, c'è chi ama toni più caldi, chi tinte più fredde.

(aggiornamento del 04 November 2020, ore 13:33)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker