Sport

Catanzaro – Palermo 1 – 1 / LE PAGELLE Odjer top, Broh flop: ma l’arbitro…

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT




Il Palermo compie un miracolo, rimettere in piedi una partita ormai compromessa in 11 contro 9. Un pareggio “fortunoso” che premia però la grande volontà della squadra e sana qualche ingiustizia della sorte e dell’arbitro che è stato uno dei peggiori in campo. Non era facile mantenere i nervi saldi.

Purtroppo il Palermo è arrivato a Catanzaro con mille problemi e altrettanti attenuanti. Parte bene, poi cala e si fa male da solo (errore Kanoute e espulsione di Broh) ma è apparso più quadrato nel gioco e più offensivo rispetto ad altre prestazioni. Restano perplessità sulla capacità offensiva (Saraniti altro flop)ma oggi era importante non perdere per riprendere fiducia.

—-> LA CRONACA DEL MATCH

CATANZARO: Branduani s.v., Fazio 5,5, Martinelli 5,5, Riccardi 6 (dal 23′ s.t. Curiale s.v.); Garufo 5,5 (dal 10′ s.t. Carlini 5,5), Verna 5,5, Altobelli 5 (dal 23′ s.t. Corapi 6), Baldassin 6 (dal 10′ s.t. Casoli 5,5), Contessa 6,5 (dal 34′ s.t. Pinna s.v.);  Evacuo 6,5, Di Massimo 5.

PALERMO: Pelagotti 6,5, Almici 6,5, Palazzi 6,5, Marconi 6 (dal 39′ s.t. Lucca s.v.), Crivello 5,5; Odjer 7, Broh 4; Kanoute 4,5, Rauti 5,5 (dal 45′ s.t. Peretti s.v.), Valente 6,5; Saraniti 4 (dal 10′ s.t. Accardi 6).

Pelagotti 6,5: Compie un miracolo su conclusione ravvicinata di Evacuo di testa e ringrazia Di Massimo per il regalo. Sul rigore non può nulla e nella ripresa deve fare poco o niente.

Almici 6,5: Gioca troppo avanzato, con compiti di spinta in combinazione con Kanoute ma difende poco e costringe i centrocampisti agli straordinari. Sfiora il gol nella ripresa su punizione molto angolata. E’ uno dei più pronti atleticamente e nella ripresa il suo “peso” è maggiore: è giusto che sia lui a segnare il gol del pareggio su punizione che però trova una deviazione decisiva.

Palazzi 6,5: Interpreta bene il ruolo, un po’ difensore e un po’ play basso quando il Palermo deve ripartire. Ha lucidità tattica che a tratti consente al Palermo di incrementare le forze a centrocampo.

Marconi 6: Evacuo lo sovrasta di testa nel primo tempo, anche perchè lui è piazzato male. Il Palermo si conferma vulnerabile sulle palle alte ma Marconi comunque fa anche cose buone e un paio di chiusure nella ripresa gli valgono la sufficienza.

(dal 39′ s.t. Lucca s.v.): Almeno porta fortuna, entra lui e il Palermo pareggia.

Crivello 5,5: Ha meno propensione di spinta rispetto ad Almici e trascorre un primo tempo anonimo. Nella ripresa, con la squadra in dieci, fa di fatto il difensore e il suo rendimento migliora. Diventa protagonista nell’occasione del rigore che ci pare sproporzionato. Crivello dà una spallata all’avversario ma prende anche la palla in chiusura difensiva da ultimo uomo. A noi l’episodio sembra più che dubbio e l’arbitro, sia prima che dopo, sembra troppo “casalingo”. L’espulsione è comunque assolutamente gratuita.

Odjer 7: Tantissima quantità, a tratti anche qualità soprattutto nella fase iniziale ma deve spremersi spesso anche per garantire le coperture difensive quando il Catanzaro parte in contropiede. La sua vocazione al sacrificio diventa ancora più preziosa per compensare l’inferiorità numerica. E’ straordinaria la sua voglia di combattere sempre.

Broh 4: Un voto in più per l’assist a Saraniti con un pallone rasoterra con i giri giusti che denuncia le sue buone qualità tecniche. Tre voti in meno per una espulsione a inizio ripresa che crea grave pregiudizio alla squadra: una seconda ammonizione severa ma ingenua. In mezzo qualche ingenuità di troppo e a volte un po’ di presunzione nelle giocate: se ritroverà la condizione atletica potrà dare un contributo maggiore.

Kanoute 4,5: Molto attivo quando il Palermo attacca ma è gravemente inconcludente negli ultimi 16 metri. Si divora un gol che avrebbe messo in discesa la partita. Nella ripresa scompare anche da centrocampista.

Rauti 5,5: Ha rabbia agonistica, cerca la giocata, si danna l’anima però a volte pecca di esuberanza giovanile, come quando prova conclusioni impossibili da distanze altrettanto impossibili. Quando deve fare l’unica punta scompare sostanzialmente dal campo ma ha il merito di conquistare la punizione che porta al pareggio.

Valente 6,5: A intermittenza ma quando si accende dimostra qualità: è sempre lui a mettere in area di rigore i palloni più interessanti. Un suo spunto in velocità nella ripresa per poco non mette in ginocchio la difesa calabrese.

Saraniti 4: Benedetto ragazzo, non sembra adatto alla serie C sebbene non si possa biasimare il suo impegno. Vede poche palle e quando le tocca non è mai decisivo. È inevitabile che sia lui a uscire per riequilibrare la squadra dopo l’espulsione di Broh.

(dal 10′ s.t. Accardi 6): Fa quello che sa fare, il difensore, in un momento difficile. Considerate le sue traversie delle ultime due settimane fa bene il suo compito.

LEGGI ANCHE

ARRESTATI I FRATELLI TUTTOLOMONDO

PALERMO, ONDA LUNGA DEL COVID: COMPLICAZIONI PER TRE GIOCATORI

SERIE C: ECCO DATE E ORARI DEI RECUPERI

L’articolo Catanzaro – Palermo 1 – 1 / LE PAGELLE Odjer top, Broh flop: ma l’arbitro… proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker