Hi-Tech

Foxconn, l'avventura in Wisconsin continua a non decollare

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

La fabbrica di LCD di Foxconn in Wisconsin non esiste, in buona sostanza: un'analisi governativa indica che la società cinese, uno dei più grossi assemblatori al mondo di hardware (produce tra le altre cose gli iPhone, gli iPad, i Mac e altri dispositivi Apple), non sta rispettando il contratto firmato con il governo USA, e fortemente pubblicizzato da Trump come un successo personale, circa tre anni fa.

L'obiettivo era costruire un'enorme fabbrica di display LCD di generazione 10,5, per rendere l'America più centrale nel ruolo di produzione materiale dei prodotti tecnologici, ma ad oggi non c'è alcuna traccia di questa struttura. Foxconn ha anche detto che uno degli edifici effettivamente realizzati ospiterà un impianto produttivo di LCD di 6° generazione, ma non ci sono prove a sostegno di questa tesi né indicazioni che la situazione cambierà nel futuro prossimo – per esempio non sono stati nemmeno ordinati i macchinari necessari alla produzione.

Inoltre, anche se ciò fosse vero, si tratterebbe dell'impianto di 6° generazione più piccolo al mondo. Il report dice che l'impianto sembrerebbe più avere un fine dimostrativo che essere un business sostenibile nel lungo termine. Tutt'al più potrebbe rappresentare l'ultima fase di assemblaggio di componenti prodotti altrove. Tradotto: impiegherebbe molte meno persone delle 13.000 previste inizialmente nel contratto, e avrebbe un impatto decisamente inferiore sulla supply chain locale.


Le massime prestazioni al miglior prezzo? Realme X50 Pro è in offerta oggi su a 558 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker