Hi-Tech

Immuni è ancora indispensabile?

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Da qualche giorno si parla delle carenze gravi di Immuni – non tanto per l'app in sé, sviluppata dalla società privata Bending Spoons (che da pochi giorni ha ceduto il testimone alla Pubblica Amministrazione), quanto per il sistema burocratico che la dovrebbe sorreggere. Da diverse regioni arriva più o meno sempre lo stesso feedback: gli operatori sanitari non aiutano – o non sanno come aiutare – l'utente a validare il codice di positività per caricare la segnalazione sul database interno. Quindi i "relativamente pochi" (ora siamo a circa 9 milioni, ma sono solo il 10% della popolazione complessiva con smartphone) che l'hanno scaricata non sono in grado di far funzionare il meccanismo, nonostante la buona volontà e il senso civico. D'altra parte lo dicono le statistiche ufficiali: le notifiche di esposizione inviate complessivamente dal lanci dell'app hanno appena raggiunto quota 10.000, con 567 utenti positivi. Solo ieri, domenica 18 ottobre, i dati ufficiali segnalano oltre 11.000 nuovi positivi.

Durante la conferenza di presentazione del nuovo DPCM, hanno osservato diversi giornali, il presidente del consiglio Giuseppe Conte non ha mai fatto menzione dell'app di contact tracing. Non certo il segnale che ci si aspetterebbe per un sistema che, funzionando correttamente, potrebbe essere estremamente efficace nel fermare o quantomeno contenere la pandemia. Tuttavia, il governo non sembra essere intenzionato a gettare la spugna, anzi: il nuovo DPCM, tra le tante altre cose, impone a tutte le ASL di supportare Immuni, obbligando quindi il personale sanitario a validare i codici di tutti i positivi per il caricamento nel database nazionale. Da ora, insomma, non ci sono più scuse: storie come quelle sentite da Liguria e Veneto non si devono più ripetere.

all’articolo 3, comma 1, dopo la lettera a) è inserita la seguente: a-bis) al fine di rendere più efficace il contact tracing attraverso l’utilizzo dell’App Immuni, è fatto obbligo all’operatore sanitario del Dipartimento di prevenzione della azienda sanitaria locale, accedendo al sistema centrale di Immuni, di caricare il codice chiave in presenza di un caso di positività.


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 629 euro oppure da Unieuro a 739 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker