Hi-Tech

Oculus Quest 2 e account Facebook obbligatorio: ecco i primi problemi

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Oculus Quest 2 è uno prodotto che ha le carte in regola per rilanciare il mercato dei visori VR rivolgendosi ad un pubblico più ampio. È un visore standalone con un hardware aggiornato e prestante (lo Snapdragon XR2 è basato sullo Snapdragon 865 che equipaggia gli attuali smartphone top gamma), può essere collegato anche al PC diventando quindi una valida alternativa all'Oculus Rift S, e viene commercializzato ad un prezzo abbordabile (349 euro per la versione da 64GB). Su un punto però il nuovo visore di Oculus non è riuscito a mettere tutti d'accordo: richiede infatti un account Facebook obbligatorio, un preesistente account Oculus non basta più (al limite si può scegliere di unire i due account, ma solo il secondo non è sufficiente).

Dopo pochi giorni dall'avvio delle vendite è proprio il sistema di autenticazione tramite Facebook a mostrare i primi problemi, e per alcuni utenti si tratta di problemi non di poco conto. Non tutti infatti dispongono di un account Facebook, in tal caso è necessario crearne uno. Alcuni degli utenti che lo hanno fatto sono stati bannati poco dopo da Facebook ritenendo che fossero account contenenti falsi dati sull'identità. Un utente che ha creato l'account Facebook e lo ha unito a quello Oculus esistente descrive ad esempio:

Ho effettuato l'accesso al sito web di Facebook per bloccare il mio profilo, perché non avevo intenzione di utilizzare il sito social più del necessario e, dopo pochi minuti dall'unione dei due account e della modifica delle impostazioni del mio profilo, il mio account è stato bannato senza motivo.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Emarevolution a 391 euro oppure da Amazon a 449 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker