Hi-Tech

Dispositivi wearable: in studio sensori alimentati dall'energia cinetica umana

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il mercato dei dispositivi indossabili è in continua espansione e anche durante la pandemia è riuscito a far segnare numeri importanti, con stime ancora più ottimistiche se si guarda ai prossimi anni. Una delle sfide più impegnative in questo ambito è rappresentata sicuramente dall'alimentazione dei sensori wireless integrati su questa tipologia di dispositivi: le batterie sicuramente rimangono la scelta ideale, tuttavia il peso e la necessità di ricarica stanno spingendo gli ingegneri e i produttori a trovare strade alternative che guardano anche all'utilizzo dello stesso corpo umano come vero e proprio "generatore".

In questa direzione si muove lo studio di Wei Gao – ricercatore Caltech presso l'Andrew and Peggy Cherng Department of Medical Engineering – che è riuscito a realizzare una serie di nuovi sensori (relativamente economici) che possono alimentarsi attraverso il corpo umano o, per meglio dire, grazie all'energia cinetica prodotta da una persona in movimento.

Per accumulare l'energia viene utilizzato una sorta di foglio multistrato costituito teflon, rame e poliammide, attaccato direttamente alla pelle dell'utilizzatore; con il movimento, i fogli sfregano contro lo strato scorrevole di rame e poliammide e vengono generate piccole quantità di elettricità.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker