Hi-Tech

Xiaomi avrà una fabbrica totalmente automatizzata da 10 mln di smartphone all'anno

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

La pandemia ha messo in seria crisi, specie per i primi mesi, la filiera produttiva di molti settori, tra cui quello degli smartphone. Il tardo-capitalismo, quindi, ha ricevuto una spinta ulteriore verso la piena automazione, cioè lo sviluppo di un sistema produttivo sempre più indipendente dal fattore umano, cioè quell'ingranaggio che può essere – ad esempio – bloccato da un virus. Senza addentrarci nella fitta rete di conseguenze che spalancano questi scenari futuri, guardiamo al presente, e precisamente a quello di Xiaomi, il cui fatturato è cresciuto comunque anche in questo travagliato 2020.

Secondo un rapporto del ChinaDaily, infatti, il colosso del tech sta puntando forte in questa direzione, e ha in progetto di aprire presto una fabbrica senza operai, completamente automatizzata, e capace di produrre 10 milioni di smartphone all'anno. Non si tratta neppure della prima di questo tipo, dal momento che ha appena compiuto sei mesi la Smart Factory di Yizhuang, a Pechino. Però sicuramente sarebbe di un grosso salto in avanti, dal momento che quella già attiva è capace di produrre "solo" 1 milione di smartphone premium ogni anno (e occupa comunque uno spazio di 1.600 metri quadri).

Lei Jun, il fondatore di Xiaomi, non ha ancora svelato dove sorgerà il nuovo complesso industriale, ma ha confermato l'esistenza del progetto, e ne ha illustrato le ragioni;


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Emarevolution a 465 euro oppure da eBay a 572 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker