Sport

Palermo – Avellino 0 – 2 LE PAGELLE / Difesa disastro, Lucca flop, bene Odjer

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT




Se non tiri in porta non puoi vincere. Se fai errori difensivi di una certa rilevanza la partita la perdi. Ed è quello che è successo in questo Palermo – Avellino che conferma tutto quello che si sapeva: la squadra è incompleta e impreparata, tre gare senza gol diventano un incubo e se il pareggio di Terni aveva acceso qualche speranza questa sconfitta ricaccia i tifosi nella triste prospettiva di un campionato di transizione. A parte Odjer e Valente c’è poca da prendere, sempre tenendo conto delle attenuanti di una preparazione insoddisfacente per molti rosanero. E troppi infortuni, di cui bisognerà occuparsi con molta attenzione nei prossimi giorni. Il distacco dal Bari è già abissale.

PALERMO (3-5-2): Pelagotti 5,5; Accardi 6, Lancini 4, Peretti 5; Doda 4,5 (dal 28′ p.t. Kanoute 5), Luperini 5, Odjer 6,5, Broh 5 (dal 19′ s.t. Santana 5,5), Valente 6; Rauti 5,5 (dal 26′ s.t. Silipo s.v.), Lucca 4,5 (dal 19′ s.t. Saraniti 5,5).

AVELLINO (3-5-2): Forte 6; L. Silvestri 6,5, Miceli 6, Rocchi 6; Ciancio 5,5 (dal 33′ s.t. Rizzo s.v.), De Francesco 6,5, D’Angelo 7,5, Aloi 7 (dal 18′ s.t. M. Silvestri 6), Burgio 5,5 (dal 5′ s.t. Tito 6); Fella (dal 33′ s.t. Bernardotto s.v.), Santaniello (dal 5′ s.t. Maniero 6).

Pelagotti 5,5: Sul primo gol non ha nessunissima responsabilità, sul secondo forse potrebbe fare qualcosa in più ma Fella è chirurgico nel diagonale. Non deve fare molto altro che raccogliere palloni in rete.

Accardi 6: Scelto all’improvviso per l’infortunio di Marconi nel riscaldamento, sembra concentrato e determinato, forse anche per la fascia da capitano che porta al braccio. Non può essere lui a dare sicurezza al reparto ma non commette sbavature. Segna anche un gol di testa (sarebbe stato l’1 a 1) ma l’arbitro annulla per fuorigioco.

Lancini 4: Partecipa attivamente al disastro difensivo sul secondo gol lasciando un’autostrada davanti a Fella. Mezzo punto in meno per l’ammonizione a metà primo tempo, cercata con la solita inutile foga. E nel mezzo una prestazione ancora poco convincente.

Peretti 5: Nemmeno lui brilla per sicurezza, poco prima del raddoppio commette una ingenuità che per poco non manda in gol Fella. E’ anche lui legnoso nella corsa.

Doda 4,5:  È lontanissimo da una condizione atletica appena decente, si sapeva e si vede. In meno di mezz’ora ha il tempo di “bucare” la diagonale abbastanza telefonata per andare a chiudere su D’Angelo solo in area, e qualche minuto prima, in area avversaria, si avvita su stesso anzichè provare il tiro in porta.

(dal 28′ p.t. Kanoute) 5: Più pimpante fisicamente rispetto a Doda, parte bene ma si perde per strada. Non è incisivo in fase offensiva e non è attento in copertura come conferma la sua grave compartecipazione all’errore che porta l’Avellino sul 2 a 0. La cosa migliore la fa nel finale ma il suo tiro si perde sul primo palo.

Luperini 5: Da come sta in campo dimostra di essere un giocatore “quadrato” ma senza condizione atletica adeguata miracoli non se ne possono fare. Dopo mezz’ora scompare dalla partita ma bisogna rivederlo tra due settimane.

Odjer 6,5: Il migliore della squadra, recupera tantissimi palloni e in alcuni casi è anche decisivo. È molto vivace anche nel portare avanti palla ed è quello che corre più di tutti. Gli si possono perdonare alcuni errori di misura.

Broh 5: Anche per lui vale il discorso di Luperini, giudicare un giocatore che non è nelle condizioni di fare bene è un esercizio poco utile. Diciamo che non incide sulla gara.

(dal 19′ s.t. Santana 5,5): Poteva essere lui a salvare baracca e burattini? È già una bella notizia rivederlo in campo ma ancora viaggia a ritmi da “accelerato”.

Valente 6: La fascia sinistra la batte in lungo e in largo e solo per questo la sufficienza se la merita. Anche perchè da quella parte l’Avellino non fa male al Palermo. Ma da Valente ci si aspetta qualcosa di più in attacco di qualche cross ben fatto.

Lucca 4,5:  Poteva essere la sua occasione e la spreca. Lui ha grossa stazza (come Saraniti) ed è ancora lontano dalla condizione: non fa nulla di quello che potrebbe fare un attaccante: non difende palla, non fa salite la squadra, non la difende quando ce l’ha tra i piedi. E una mezza occasione di testa la spreca mandando fuori.

(dal 19′ s.t. Saraniti 5,5): Cerca di far valere la prestanza fisica e la maggiore freschezza: si batte in area ma i risultati sono testimoniati dal tabellino.

Rauti 5,5: L’impressione è che possa fare qualcosa di concreto per la squadra con il suo movimento ma in realtà, alla fine dei conti, non fa nulla di concreto e quindi anche per lui insufficienza.

(dal 26′ s.t. Silipo) s.v.: Entra a partita compromessa.

LEGGI ANCHE

LA CRONACA DEL MATCH

SERIE C, GIRONE C: I RISULTATI DELLA 4a GIORNATA

L’articolo Palermo – Avellino 0 – 2 LE PAGELLE / Difesa disastro, Lucca flop, bene Odjer proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker