Hi-Tech

Pagamenti elettronici: niente commissioni sino a 5 euro

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il Governo sta incentivando in vari modi i pagamenti elettronici in Italia con il doppio scopo di dare un nuovo impulso ai consumi condizionati dall'emergenza sanitaria e di combattere l'evasione fiscale. Oltre alle iniziative cashback, supercashback e alla lotteria degli scontrini, è stato disposto, a partire dal 1 gennaio 2021, anche un innalzamento del limite dei pagamenti contactless effettuati senza inserimento del PIN dagli attuali 25 euro a 50 euro.

La novità delle ultime ore riguarda le indiscrezioni sull'accordo raggiunto tra Governo e operatori volto ad azzerare le commissioni per i pagamenti di ammontare non superiore ai 5 euro. Il protocollo sarebbe stato già siglato e potrebbe entrare in vigore dal 1° dicembre. È un provvedimento che sta facendo discutere in primo luogo i commercianti che avrebbero voluto beneficiare dell'eliminazione delle commissioni con un limite più elevato. Confesercenti sottolinea che sarebbe stato logico arrivare anche ai 50 euro per i pagamenti contactless.

C'è da dire che se da un lato l'accordo raggiunto dal Governo e operatori non permette innalzare in via generalizzata il limite dei pagamenti elettronici senza commissioni, dall'altro le banche possono proporre alla propria clientela iniziative migliorative. Di fatto, come ricorda Repubblica, è una circostanza che è già avvenuta ad opera di istituti bancari come Intesa Sanpaolo (dall'inizio di settembre ha tagliato le commissioni per i pagamenti su Pos sino a 10 euro) e Monte dei Paschi di Siena (i piccoli esercenti hanno beneficiato, tramite Nexi, di una riduzione delle commissioni sulle transazioni di importo contenuto).


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Emarevolution a 470 euro oppure da Amazon a 599 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker