Hi-Tech

Compravano smartphone da 5 euro e li vendevano a marchio Huawei: 3 indagati

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Nonostante le difficoltà riscontrate in occidente in seguito al ban, la forza del brand Huawei è in continua ascesa in Cina, fatto che ne alimenta la popolarità e che pone l'azienda di Shenzhen nel mirino dei truffatori che intendono sfruttarne il richiamo per realizzare facili guadagni.

L'ultimo caso, riportato da MyDrivers, vede 3 persone indagate e accusate di truffa e plagio in seguito alla creazione di un sistema che gli permetteva di vendere smartphone falsamente pubblicizzati come prodotti Huawei. Lo schema era molto semplice: il gruppo acquistava dei dispositivi il cui valore commerciale si attestava sui 40 yuan (5 euro) per poi rivenderli online a cifre che variavano dai 170 ai 270 yuan (22 e 34 euro circa).

I malfattori si occupavano di ripulire ogni smartphone acquistato, installare una ROM specifica (probabilmente molto simile alla EMUI) e di convertirli in dispositivi che apparentemente potevano essere scambiati per dei veri e propri smartphone Huawei. I dispositivi venivano poi venduti sui canali online alludendo a particolari sconti e promozioni, al fine di giustificarne il prezzo incredibilmente basso. Tutto ciò è avvenuto nella provincia di Jiangxi.


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Emarevolution a 605 euro oppure da Yeppon a 748 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker