Hi-Tech

Nintendo non fa sconti alla pirateria e ottiene un risarcimento milionario

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Quando si tratta di proteggere i propri marchi e prodotti, si sa, Nintendo è implacabile. In questo caso, però, niente cause bizzarre, come quella contro l'azienda che organizzava a Tokyo un Mario Kart reale. A finire in aula, in un tribunale dell'Ohio, è stato lo store online Uberchips.com. La ragione? Vendeva e distribuiva strumenti necessari (o capaci di facilitare) il procedimento per hackerare Switch, e nello specifico prodotti del gruppo di hacker Team Xecuter.

Da quando il colosso di Kyoto si è mosso, lo scorso maggio, non è passato moltissimo tempo prima che Uberchips capitolasse: in un primo momento lo store ha respinto tutte le accuse al mittente, ma nel corso di questa settimana ha deciso di patteggiare.

Uberchips dovrà dunque versare, in qualità di risarcimento, 2 milioni di dollari a Nintendo: una cifra che difficilmente inciderà sul bilancio della grande N, ma probabilmente su quello dell'altra parte in causa sì. Quel che più importa, però, è che Uberchips non potrà più vendere i prodotti incriminati, e dovrà inoltre occuparsi della distruzione di quelli ancora in suo possesso. È chiaro che Nintendo, in questa circostanza, non mirasse tanto a un contentino economico, quanto a mandare un messaggio a tutto il mondo che orbita attorno alla pirateria su Switch.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Emarevolution a 472 euro oppure da Amazon a 545 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker