Hi-Tech

MacBook a fuel cell e iPhone rilevatori di fumo laser: nuovi brevetti Apple

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Rivelatori di gas velenosi laser e batterie fuel cell all'idrogeno: è un Gundam? È una nuova diavoleria domotica di Amazon? No, potrebbero essere due punti della scheda tecnica degli iDevice del futuro. Apple ha appena brevettato entrambe le idee – la prima potrebbe riguardare primariamente gli iPhone, la seconda invece dispositivi di dimensioni meno contenute, come un iPad o un MacBook.

UN IPHONE RIVELATORE DI FUMO

Il principio di funzionamento di questa innovazione è piuttosto semplice da spiegare: l'uomo non riesce a percepire la presenza nell'aria di certi gas velenosi (pensiamo per esempio al famigerato monossido di carbonio, che è inodore e incolore), ma basterebbe analizzare come una luce laser si muove e rimbalza nell'aria per rendersene conto. Gli iPhone di oggi sono già equipaggiati con sistemi laser analoghi – pensiamo al Face ID introdotto addirittura ai tempi di iPhone X, e con gli iPhone 12 (almeno nei modelli Pro) dovrebbe debuttare il LiDAR che abbiamo già visto negli ultimi iPad Pro.

UN MACBOOK CON AUTONOMIA DI GIORNI

E più ecologico, come se non bastasse. Questi sono, secondo la Mela, i due principali vantaggi che avrebbe la tecnologia Fuel Cell rispetto a quella delle attuali batterie. Il problema è che non è ancora stato inventato un sistema per realizzare unità fuel cell compatta quanto basta per un laptop o un tablet a costi sostenibili; nel suo brevetto Apple sostiene di avercela fatta. Purtroppo gli iPhone sono tagliati fuori – è un ulteriore step di miniaturizzazione che per il momento non è possibile compiere.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker