Hi-Tech

Google Chrome Web Store, addio alle estensioni a pagamento

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Addio alle estensioni a pagamento di Google Chrome: il Web Store ufficiale è pronto a mandarle in pensione. Google spiega che ad oggi gli sviluppatori hanno a disposizione molteplici sistemi di monetizzazione per le proprie estensioni, e che quindi il Chrome Web Store è diventato sostanzialmente superfluo – almeno rispetto a 11 anni fa quando fu lanciato. Come al solito, il processo di pensionamento durerà diversi mesi e attraverserà diversi passaggi intermedi critici; la cronologia è come segue:

  • 27 marzo 2020: la pubblicazione di elementi a pagamento era stata temporaneamente sospesa.
  • 21 settembre 2020: da "temporaneo" si è passati a "definitivo". Non è più possibile pubblicare estensioni a pagamento o con acquisti interni.
  • 1 dicembre 2020: saranno disattivati i periodi di prova gratuiti. Non si vedrà più, per esempio, il pulsante "prova ora" nel Chrome Web Store.
  • 1 febbraio 2021: nemmeno le estensioni già pubblicate potranno più usare il Chrome Web Store per ottenere pagamenti.

Più avanti nel tempo, non si sa ancora quando, l'API non sarà più in grado di stabilire se l'utente ha acquistato una licenza per l'estensione o no.

Per chiarire, quindi, gli sviluppatori possono ancora offrire estensioni a pagamento, ma dovranno usare sistemi alternativi al Chrome Web Store.


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 624 euro oppure da Unieuro a 739 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker