Hi-Tech

TikTok mostra un volto rassicurante ad un'opinione pubblica diffidente

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Da grandi poteri nascono grandi responsabilità, se poi ricadono non sull'eroe spara ragnatele della Marvel ma su un social che sta provando ad evitare il ban negli Stati Uniti per il rotto della cuffia, allora gli oneri diventano più numerosi. In questa delicata fase della sua esistenza per TikTok è importante presentarsi all'opinione pubblica come un soggetto responsabile, che adotta tutte le misure per gestire al meglio i contenuti condivisi dai suoi utenti. Deve in altri termini ispirare fiducia, per contrastare chi, come gli Stati Uniti, la guarda con diffidenza.

In quest'ottica diffondere il suo Transparency Report periodicamente è una mossa quanto mai azzeccata, così come lo è far fronte comune con gli altri social su temi molto sentiti come la diffusione di video violenti e che, purtroppo, si corre il rischio che vengano visti anche dai minori. Oggi TikTok si è mossa su entrambe i fronti presentando il suo Transparency Report relativo ai primi sei mesi del 2020 e annunciando un memorandum di intesa per intensificare la lotta ai contenuti dannosi.

TRASPARENCY REPORT H1 2020

Ma qual è il grande potere di TikTok? Il social gestito da ByteDance è riuscito a diventare in breve tempo uno dei più diffusi in tutto il mondo (ved gli ultimi dati di agosto), è particolarmente apprezzato dall'utenza più giovane e si fa ogni giorno veicolo dei video più disparati, sì, anche quelli illeciti. La responsabilità che ne consegue sta nella necessità di filtrare i contenuti che un così ampio bacino di utenti – in Europa sono 100 milioni quelli attivi ogni mese – invia ogni giorno sulla piattaforma; è un'attività che incide direttamente sulla libertà di espressione ma che, se non opportunamente esercitata, rischia di far passare tra le maglie della censura anche contenuti che sarebbe opportuno non diffondere. E poi c'è lo spinoso tema dei rapporti Tra TikTok e le autorità, cinesi, sottolineerebbe l'amministrazione Trump, ma più in generale con tutte quelle che chiedono di accedere ai dati degli utenti.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker