Hi-Tech

Huawei non molla l'Europa: vuole rimanere leader per il prossimo decennio

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Huawei non ha presentato molti nuovi prodotti a IFA 2020 (la controllata Honor sì), ma si è comunque fatta sentire. Tutti sappiamo ormai delle difficoltà che la società cinese sta passando a causa degli Stati Uniti, che continuano a rendere il ban più restrittivo e severo; ma nel lungo discorso del keynote di apertura Walter Ji, responsabile della divisione consumer per l'Europa, ha ribadito l'importanza di Huawei nell'economia del Vecchio Continente.

Huawei impiega direttamente 14.000 persone, e indirettamente è responsabile di altri 200.000 posti di lavoro in 23 centri di ricerca e sviluppo sparsi un po' per tutta Europa. Questo rende Huawei la quinta società per investimenti in R&D nel nostro territorio, almeno nel 2019. Nonostante il ban, Huawei non intende abbandonare un mercato importante come quello europeo, anzi, pianifica di aprire dei demo store in diversi Paesi, tra cui anche l'Italia, per permettere ai potenziali clienti di provare i suoi smartphone e accessori.

Huawei ha precisato che l'AppGallery è già diventata il terzo store di app al mondo: non ha quantificato quanto sia il distacco dalle due leader, ma ha osservato che sono circa 5.000 le app che vengono aggiunte ogni mese, e che è stato organizzato un team dedicato ad aiutare gli sviluppatori a rendere compatibili i loro software con l'ecosistema di Huawei.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker