Hi-Tech

Apple ribadisce il proprio supporto alla libertà di espressione

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Apple ha rilasciato un documento per ribadire il proprio impegno nella tutela dei diritti civili, in particolare la libertà di espressione. La lettera, che è lunga quattro pagine e inizia con un virgolettato dell'amministratore Tim Cook, è stata pubblicata in risposta alle proteste di un gruppo di investitori, chiamato SumOfUs, secondo cui la Mela sta facendo troppe concessioni alla censura del Partito Comunista Cinese: per esempio ha rimosso le app VPN dall'App Store, e ha spostato i dati iCloud dei cittadini cinesi su datacenter controllati dal governo; più recentemente ha fatto discutere la rimozione di app come HKMap, usata dagli attivisti per coordinarsi e mettersi al sicuro durante le proteste di Hong Kong.

Apple dice che "le persone vengono per prime" e che mantiene un'attitudine ottimistica sul futuro della tecnologia, ma al tempo stesso non prevede che le cose in Cina cambieranno tanto presto. Apple segue le leggi locali e finché queste non cambieranno dovrà continuare a "chiudere" ulteriormente i suoi dispositivi. SumOfUs ha espresso soddisfazione per la dichiarazione, arrivata dopo ripetute mozioni del gruppo stesso, ma ha ancora delle richieste: vorrebbe per esempio dei report su base annuale che illustrino nel dettaglio come vengono gestite le richieste che limitano la libertà di espressione. Il piano è di presentare una mozione a riguardo nell'assemblea con gli investitori del 2021, che generalmente si tiene a febbraio.

Il documento, in inglese, può essere letto in forma integrale seguendo il link FONTE qui sotto. È un file PDF.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker