Hi-Tech

App Store, la Russia vuole ridurre le trattenute e aumentare la concorrenza

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

La Russia vuole costringere Apple a ridurre le quote che trattiene dalle vendite sull'App Store: una bozza di legge è stata sottoposta al parlamento, e se sarà approvata la Mela dovrà "accontentarsi" del 20%. Attualmente le trattenute ammontano al 30% su ogni acquisto di app, gioco o contenuto in-app. Ma non è tutto: Apple potrebbe addirittura essere obbligata a permettere di installare negozi alternativi di app, aprendo quindi le porte a una concorrenza molto più intensa.

Vale la pena ricordare che l'App Store è l'unico sistema per comperare/installare app sugli iPhone e iPad, a meno di ricorrere alla procedura di jailbreak, che però è piuttosto delicata e invalida la garanzia (almeno temporaneamente, finché il firmware non viene ripristinato). Su Android, invece, gli store alternativi non sono disponibili sul Play Store, ma si installano con relativa semplicità.

In aggiunta, la proposta di legge prevede che un terzo dei proventi dei negozi di app vengano versati, su base trimestrale, a uno speciale fondo per formare sviluppatori e altre figure professionali nel settore informatico.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Emarevolution a 392 euro oppure da eBay a 484 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker